Quali sono i programmi per fare grafica? Illustrator, Photoshop, InDesign e gli altri

Lorenzo MigliettaLorenzo Miglietta

0 COMMENTI

Programmi per fare grafica guida software

Se vuoi capire quali programmi si usano per fare grafica e quali usano i migliori graphic designer, questo è l’articolo che stavi cercando.

In questo articolo ti vado ad elencare i migliori programmi per fare grafica 2D, divisi per categorie principali.

Se sei agli inizi della tua carriera da designer e stai cercando di capire cosa devi imparare per diventare graphic designer allora ti consiglio di partire da questo articolo che ho scritto su Grafigata! 😉

Ma ora torniamo ai programmi per fare grafica. Prima di elencarteli, però, voglio fare due piccole premesse.

Prima premessa: ogni programma di grafica ha uno scopo preciso

Ci sono moltissimi programmi per fare grafica. Ma la cosa più importante che devi comprendere è che nessun software può fare tutto. Ci sono alcuni programmi che servono a lavorare con certi tipi specifici di immagini, altri che servono a ottenere determinati risultati o a lavorare a determinati tipi di documento.

Quando si parla di grafica digitale e, in particolare, di grafica 2D di solito si considerano 3 tipi di categorie di software:

  • programmi per fare grafica vettoriale;
  • programmi per lavorare con immagini raster e fare fotoritocco;
  • e programmi per impaginare documenti.

Ad esempio, per quanto riguarda i software Adobe, Illustrator è il software di grafica vettoriale, Photoshop quello di fotoritocco e InDesign quello di impaginazione. Qui ho spiegato bene la differenza tra i tre, quando usarli e quando no.

Queste sono le 3 categorie principali di cui ti elencherò i programmi di grafica che si usano in ambito professionale, consigliandoti anche alcune valide alternative (sia a pagamento che gratuite).

Seconda premessa: i programmi di grafica gratuiti non sono di livello professionale

Come ti ho detto prima, nel corso di questo articolo ti raccomanderò alcuni programmi di grafica gratuiti come alternativa a quelli professionali. Quasi sempre, però, quelli gratuiti non hanno la stessa quantità di funzionalità o qualità nell’eseguirle.

C’è un motivo per cui i software a pagamento di aziende come Adobe, Corel e Affinity sono quelli di gran lunga usati dai professionisti e dalle agenzie in tutto il mondo. E quel motivo è che, beh, sono semplicemente migliori 🙂

 

Ok. Dopo aver fatto queste due doverose premesse possiamo iniziare! Come detto, iniziamo dai programmi per fare grafica vettoriale

Programmi di grafica vettoriale

Esempio di illustrazione vettoriale di Natalia Brondani.

Su Grafigata spiego bene la differenza tra grafica raster e grafica vettoriale. Se non conosci la differenza ti consiglio di andare a farci un salto, leggerlo in un’altra scheda e poi tornare qua, così che io non debba ripetere tutto il discorso da capo.

Comunque, quando parliamo di programmi di grafica vettoriale qui su Grafigata, intendiamo programmi con cui poter andare a fare:

Gli ultimi due punti richiederebbero due articoli separati e in questa raccolta non li andiamo a trattare. In futuri di articoli di Grafigata troveranno spazio anche loro.

Adobe Illustrator

A cosa serve: Grafica vettoriale, logo design, illustrazione vettoriale, icone, banner e altre immagini.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS) – Versione Illustrator Draw per Android e iOS
Costo: 7 giorni di prova, poi 24,39€ al mese. Ci sono sconti per studenti e insegnanti.
✔ Pro: È lo standard nel settore. Facile da usare. Molte risorse online per impararlo. Si integra perfettamente con gli altri software Adobe.
✘ Contro: Si paga in abbonamento e, con l’abbonamento completo alla CC il costo è elevato e mese per mese.

Adobe Illustrator è di gran lunga il software di riferimento nel settore ed è probabilmente il miglior programma di grafica vettoriale.

Si tratta di un software che puoi acquistare in abbonamento singolo oppure inserito nell’abbonamento Creative Cloud assieme a tutti gli altri programmi Adobe. Il grande vantaggio dell’abbonamento CC è che potrai usare tutti i software in modo completamente integrato li uni con gli altri e che avrai sempre tutti gli aggiornamenti disponibili immediatamente.

Puoi provare gratuitamente Adobe Illustrator per 7 giorni da questo link.

Come detto è probabilmente il miglior programma per la grafica vettoriale. E per questo motivo, qui su Grafigata Tutorial abbiamo un’intera sezione del sito completamente dedicata ai tutorial su Adobe Illustrator e abbiamo anche costruito il miglior corso in Italia a riguardo.

Come per gli altri software Adobe, essendo leader di mercato è usato dalla maggior parte delle aziende ed agenzie e conoscerlo è quindi molto utile se vuoi trovare lavoro come dipendente.

Affinity Designer

A cosa serve: Grafica vettoriale, logo design, illustrazione vettoriale, icone, banner e altre immagini.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS) e iPad
Costo: Disponibile una prova gratuita, poi 54,99€ in un unico pagamento.
✔ Pro: Costa poco e anche se lo paghi una sola volta ricevi gli aggiornamenti. Integrato con Affinity Photo e Publisher.
✘ Contro: È poco diffuso e quindi è difficile reperire risorse online.

Una delle più valide (e più recenti) alternative ad Adobe Illustrator è sicuramente il software Affinity Designer, dell’azienda britannica Serif.

Il vantaggio più grande di questo programma nei confronti di Illustrator è che non si paga con abbonamento. Paghi una volta (54,99€) e puoi utilizzarlo per sempre.

Ma in realtà Affinity Designer è comunque un programma estremamente valido e, sinceramente, allo stato attuale, è probabilmente l’unico che sul lungo termine potrebbe contendere lo scettro di leader del mercato.

Lo svantaggio più grande di questo software è infatti la sua relativa scarsa diffusione. La maggior parte delle aziende e delle agenzie usano e richiedono Illustrator (e quindi lavorano con file .ai) e questo potrebbe essere uno svantaggio se tu invece non lo sai usare e cerchi un lavoro.

Inoltre, è anche più difficile trovare contenuti e tutorial online a riguardo, proprio a causa della sua scarsa diffusione.

Corel Draw

A cosa serve: Grafica vettoriale, logo design, illustrazione vettoriale, icone, banner e altre immagini.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS)
Costo: Disponibile una prova gratuita, poi 699€ in un unico pagamento.
✔ Pro: Software professionale usato da molte aziende e professionisti. Moltissime funzionalità avanzate.
✘ Contro: Non leader di mercato. Scarsamente integrato con altre app e programmi. Molto costoso.

L’altra grande alternativa ad Illustrator è Corel Draw. Si tratta del “nonno” della grafica vettoriale digitale in quanto fino a qualche anno fa era l’unica soluzione disponibile per Windows. Molte aziende e designer usano ancora Corel Draw proprio per questo motivo.

Corel Draw è un programma che si acquista in una sola volta, come Affinity ma che, ehm, costa 699,00 €.

In generale si tratta di un ottimo programma, potente e ben funzionante ma manca dell’integrazione con altre app e software come avviene per la Adobe Creative Cloud.

Alternative gratuite

Come detto, le alternative gratuite sono 99 su 100 di minor qualità.

La migliore è sicuramente il programma open-source Inkscape che, però, voglio scriverlo ancora una volta, non ha funzionalità dello stesso livello dei programmi professionali.

Puoi però farci parecchie cose fighe comunque, quello sì 😉

Programmi di grafica raster

Esempio di fotomontaggio realizzato da L’Éloi Productions.

Adobe Photoshop

A cosa serve: Fotoritocco, manipolazione immagini e fotografie, grafica raster, disegni digitali, creazione di mockup.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS) – Versione Photoshop Express per Android e iOS
Costo: 7 giorni di prova, poi 24,39€ al mese. Ci sono sconti per studenti e insegnanti.
✔ Pro: È lo standard nel settore. Facile da usare. Molte risorse online per impararlo. Si integra perfettamente con gli altri software Adobe.
✘ Contro: Si paga in abbonamento e, con l’abbonamento completo alla CC il costo è elevato e mese per mese.

Photoshop è probabilmente uno dei software più conosciuti al mondo, non solo in ambito professionale e nel settore della grafica. Esiste pure il verbo “fotoscioppare“!

È di gran lunga il programma più famoso ed utilizzato per il fotoritocco e la fotomanipolazione. Si tratta infatti di un programma che lavora con la grafica raster e cioè con i pixel.

Come per gli altri software Adobe, lo puoi acquistare in abbonamento singolo oppure inserito nell’abbonamento Creative Cloud assieme a tutti gli altri programmi Adobe.

Puoi provare gratuitamente per 7 giorni Adobe Photoshop cliccando su questo link.

Photoshop, essendo leader di mercato, ha allo stesso tempo sia tantissimi competitor che nessun vero e proprio contendente al trono di miglior programma per fare grafica raster.

Affinity Photo

A cosa serve: Fotoritocco, manipolazione immagini e fotografie, grafica raster, disegni digitali, creazione di mockup.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS) e iPad
Costo: Disponibile una prova gratuita, poi 54,99€ in un unico pagamento.
✔ Pro: Costa poco e anche se lo paghi una sola volta ricevi gli aggiornamenti. Integrato con Affinity Designer e Publisher. Alcuni strumenti sono anche migliori che in Photoshop.
✘ Contro: È poco diffuso e quindi è difficile reperire risorse online. Non ha molte funzionalità avanzate che ha Photoshop.

Una delle migliori alternative è, ancora una volta, un programma della casa britannica Serif, Affinity Photo.

Affinity Photo è un ottimo software e, per certi versi è anche migliore di Photoshop. Lo strumento Sposta, ad esempio, è molto meglio, molto più fluido. Affinity ha anche un ottima live preview dei pennelli, cosa che facilita molto la velocità di utilizzo.

In compenso, Affinity Photo ha molte funzionalità in meno rispetto a Photoshop. Essendo più snello non ha tutte quelle funzioni relative al 3D, alla creazione di GIF con la timeline, all’animazione o allo scripting.

Il discorso qui è lo stesso: Affinity Photo è un ottimo software, costa poco, ma per il momento Photoshop rimane il leader di mercato e va quindi saputo usare per trovare lavoro in agenzia. Se sei un freelancer, invece, a nessuno importa il programma con cui fai qualcosa ma il risultato, ovviamente 😉

Alternative gratuite

Di alternative gratuite ce ne sono moltissime. Alcune coprono solo alcune funzionalità (tipo il fotoritocco o strumenti specifici come la rimozione degli occhi rossi), altre invece sono più ambiziose e provano proprio ad essere delle vere alternative.

L’unica alternativa degna di nota è sicuramente GIMP, il software open-source da sempre considerato l’alternativa gratuita a Photoshop.

Programmi per impaginare

Esempio di impaginato di Laura Càrdenas.

Adobe InDesign

A cosa serve: Impaginazione professionale di libri, cataloghi, brochure, volantini, riviste, ecc.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS)
Costo: 7 giorni di prova, poi 24,39€ al mese. Ci sono sconti per studenti e insegnanti.
✔ Pro: È lo standard nel settore. Facile da usare. Molte risorse online per impararlo. Si integra perfettamente con gli altri software Adobe.
✘ Contro: Si paga in abbonamento e, con l’abbonamento completo alla CC il costo è elevato e mese per mese.

Qui il discorso del monopolio Adobe si ripete: InDesign è ancora una volta il leader di mercato.

InDesign è un software straordinario. È capace di gestire la tipografia in maniera straordinaria e, nonostante abbia tutti gli strumenti che ti possono servire per lavorare professionalmente, è comunque estremamente semplice da imparare.

Se hai bisogno di imparare questo programma, ci sono una marea di risorse online disponibili. A partire dalla nostra lista di tutorial su InDesign, fino ad arrivare al nostro corso avanzato InDesign Academy. Abbiamo anche pubblicato un articolo su come imparare a impaginare con InDesign.

Come per gli altri software Adobe, lo puoi acquistare in abbonamento singolo oppure inserito nell’abbonamento Creative Cloud assieme a tutti gli altri programmi Adobe.

Puoi provare gratuitamente Adobe InDesign per 7 giorni da questo link.

Quark XPress

A cosa serve: Impaginazione professionale di libri, cataloghi, brochure, volantini, riviste, ecc.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS)
Costo: 975€ per un anno di supporto e aggiornamenti, 995€ per due anni e 1195€ per tre (licenza sempre valida a prescindere)
✔ Pro: È lo standard nel settore. Facile da usare. Molte risorse online per impararlo. Si integra perfettamente con gli altri software Adobe.
✘ Contro: Si paga in abbonamento e, con l’abbonamento completo alla CC il costo è elevato e mese per mese.

Quark XPress è probabilmente la migliore alternativa ad InDesign. Negli anni ’90 XPress aveva il 95% delle penetrazione di mercato, era il software più usato nel digital publishing. Rimase al comando finché non arrivò InDesign nei primi anni 2000 che spazzò via XPress grazie all’enorme differenza in qualità.

Negli anni, Quark, ha recuperato alla grande il dislivello di funzionalità e ora la versione 2019 del software è sicuramente capace di contendere lo scettro a InDesign.

XPress costa 975€ per un anno, 995€ per due anni e 1195€ per tre di supporto e aggiornamenti. Ovviamente la licenza che acquisti è sempre valida.

Affinity Publisher

A cosa serve: Impaginazione professionale di libri, cataloghi, brochure, volantini, riviste, ecc.
Piattaforma: Desktop (Windows e MacOS) e iPad
Costo: Disponibile una prova gratuita, poi 54,99€ in un unico pagamento.
✔ Pro: Costa poco e anche se lo paghi una sola volta ricevi gli aggiornamenti. Integrato con Affinity Designer e Photo.
✘ Contro: È poco diffuso e quindi è difficile reperire risorse online. Non ha molte funzionalità avanzate che hanno InDesign o XPress.

Affinity Publisher è l’ultimo arrivato della serie Affinity. Fino a pochi mesi fa era disponibile in versione beta gratuitamente ma ora sono riusciti finalmente a tirare su un ottimo software, completo e professionale e perfettamente integrato con gli altri due di casa Serif.

Il software è sicuramente ottimo e molte delle funzioni sono estremamente rapide ed intuitive (e alcune anche meglio di InDesign e Xpress). È indubbio il fatto, però, che molte caratteristiche che ha, in particolare, InDesign ancora mancano.

Il grosso vantaggio, come per gli altri programmi Affinity, è il prezzo, ovviamente.

Perché qui su Grafigata usiamo la suite Adobe?

Come avrai notato leggendo l’articolo e come puoi notare andando sulla homepage di Grafigata Tutorial, qui su Grafigata utilizziamo i programmi di Adobe.

Il motivo non è che veniamo pagati da Adobe per farlo (magari!) ma è semplicemente perché si tratta ancora dei programmi leader di mercato nelle rispettive nicchie. In particolare, InDesign è quello dei tre che personalmente trovo più difficile da sostituire.

Il discorso è semplice: attualmente Adobe fa i migliori programmi. Ma se nel giro di un anno Affinity, Corel, Quark o qualche altra casa produttrice arriverà a fare programmi migliori noi saremo i primi a cambiare e a creare tutorial e corsi per facilitare il passaggio a tutti quanti. Ma per il momento non è così 🙂

Se cerchi tutorial su come imparare i software, dai un’occhiata alle sezione su Illustrator e InDesign qui su Grafigata Tutorial, troverai le guide avanzate, i video, i tutorial e i corsi migliori d’Italia su questi due programmi 🙂

Alla prossima,

Lorenzo.

Discussione: