Come creare un effetto “glitch” con Adobe After Effects

Lorenzo MigliettaLorenzo Miglietta

0 COMMENTI

effetto glitch in adobe after effects

Vuoi sapere come realizzare un effetto glitch nei tuoi progetti video e nelle tue animazioni?

In questo tutorial vedremo insieme i passaggi da fare per ottenere questo effetto, puoi applicarlo sul lettering ma anche su un logo o qualsiasi altro elemento grafico in Adobe After Effects.

Questa la versione a video dell’articolo:

La glitch art (un’introduzione)

La glitch art consiste nell’utilizzare degli errori digitali o analogici a fini estetici. La glitch art può quindi far riferimento a un’immagine fissa oppure a un video in cui sussistono vari difetti visivi.

Sicuramente è un effetto molto in voga soprattutto nell’ambito video. Esistono molti modi per realizzarlo su After Effects e in questo tutorial analizzeremo la mia tecnica per ottenere questo risultato:

Come realizzare un effetto glitch su Adobe After Effects

Prima di iniziare ti invito a scaricare questo video stock che utilizzeremo per l’effetto.

1. Impostazione del documento

Per prima cosa creiamo una nuova composizione con una risoluzione 1920×1080 e un frame rate di 25fps

Importiamo il video stock (lo trovi qui sopra) nel progetto e nella timeline della composizione e lo ingrandiamo per tutta la grandezza della composizione:

Rendiamo il video stock non visibile e inseriamo un testo con scritto “Glitch”.

Creiamo un nuovo Livello di regolazione e lo sistemiamo sopra il testo e il video stock:

2. Iniziamo a creare il glitch

Selezioniamo il Livello di regolazione e assegnamogli l’effetto Distorsione > Mappa di spostamento (“displacement map” se usi After Effects in inglese):

Dalla palette dell’effetto assegno al livello mappa di spostamento il video stock (screen glitch).

Modificando i parametri dell’effetto “spostamento orizzontale e spostamento verticale” aumento o diminuisco la distorsione sul testo. In questo caso i parametri sono settati ad un valore di 6 per entrambi i parametri.

Ecco che abbiamo applicato l’effetto glitch sul testo. Il risultato varia molto in base al video stock che utilizzate, online trovate una valanga di questi video (free o a pagamento) da utilizzare nei vostri progetti.

3. Arricchiamo il nostro effetto glitch

Possiamo aggiungere un ulteriore effetto per arricchire il glitch, per farlo dobbiamo lavorare sui canali RGB del livello testo.

Primo passaggio assegno un metodo di fusione “scolora” (screen) al livello testo.

Sempre sul livello testo inserisco l’effetto “imposta canali” (set channels)

Duplico il testo per ottenere 3 livelli testo che rinomino: rosso, verde, blu.

Una volta duplicati modifico i parametri dell’effetto imposta canali con questa logica:

  • per il rosso disattivo verde e blu
  • per il verde disattivo rosso e blu
  • per il blu disattivo rosso e verde

Ultimo passaggio vado a spostare di qualche pixel la posizione dei livelli testo, per ottenere il risultato rgb.

Conclusioni

Come vedi bastano pochi passaggi per ottenere questo effetto glitch, che oltre ad essere abbastanza credibile e ben fatto, è molto duttile e si può adattare bene ai tuoi progetti.

Ti ripeto che il risultato finale varia molto in base al video stock che userai come maschera per l’effetto.

Come sempre ti invito a provare, sperimentare e testare per trovare nuove soluzioni accattivanti e soprattutto comunicative per i vostri progetti.


Ci sono molti modi per imparare ad usare After Effects: tutorial su YouTube, corsi professionalizzanti, corsi alle Università, Accademie o scuole di motion e anche corsi online.

Noi di Grafigata abbiamo creato il primo corso in Italia sulla Logo Animation con After Effects dove puoi imparare i principi base dell’animazione 2D con After Effects.

Il corso si chiama Logomotion e sì, certo, è focalizzato sull’animazione di loghi ma in realtà i principi e le tecniche che impari ti permetteranno di utilizzare After Effects per fare qualsiasi tipo di animazione in 2D.

Scopri il corso a questo link!


Un saluto e alla prossima.
Cesare

Discussione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*