Che cos’è Adobe After Effects e come e quando usarlo?

Lorenzo MigliettaLorenzo Miglietta

0 COMMENTI

Cos'è Adobe After Effects

Che cos’è Adobe After Effects? Semplice! After Effects è il software di Adobe per creare animazioni video ed effetti speciali.

Ma in questo articolo non voglio solo spiegarti cos’è After Effects, voglio anche spiegarti in che ambito viene utilizzato e perché è fondamentale per graphic e motion designer.

Nell’articolo scoprirai anche perché è ritenuto il miglior software per fare animazioni 2D ed effetti speciali.

Sei carico? Iniziamo!

Nota prima di iniziare: puoi provare gratuitamente (e legalmente) per 7 giorni After Effects scaricandolo da questa pagina.

Che cos’è e a cosa serve After Effects?

A cosa serve Adobe After Effects? Beh, innanzitutto lo dice il nome stesso, serve a creare degli effetti video e quindi delle animazioni.

In particolare, è un software di cosiddetta animazione 2.5D, cioè quando si utilizzano tecniche di grafica bidimensionale per creare l’illusione della tridimensionalità.

È utilizzato per l’animazione, gli effetti visivi e il compositing cinematografico ed è ampiamente impiegato per la creazione di film, serie TV e video di tutti i tipi.

Viene impiegato nella fase di post-produzione e dispone di centinaia di effetti che possono essere utilizzati per manipolare le immagini.

Questo permette di combinare diversi livelli di video e immagini nella stessa scena.

Ecco alcuni titoli famosi in cui è stato usato After Effects:

Visto che Grafigata? Ci sono davvero un sacco di modi diversi di usare After Effects per creare effetti visivi… magici! E questi sopra sono solo alcuni esempi.

La storia di Adobe After Effects

After Effects nasce nel 1993, dagli sviluppatori originali, Company of Science and Art (CoSA).

Le prime versioni avevano alcune funzioni che permettevano di mescolare diversi livelli e di trasformare varie proprietà di di un livello video e all’inizio erano disponibili solo sul computer Macintosh, costruito dalla Apple.

Nel 1994 venne acquisito da Aldus, appena un anno dopo il lancio del programma, e il software acquisì nuove sorprendenti caratteristiche come il rendering multi-macchina e la motion blur.

Ma, prima che il 1994 si chiudesse, Adobe acquistò After Effects, e ancora oggi ne è proprietaria.

Negli anni il software si è innovato moltissimo, diventando un vero e proprio leader di settore. Infatti, nel 2019, il programma ha vinto addirittura un Premio Oscar per i risultati scientifici e tecnici; una testimonianza di quanto sia importante e potente After Effects.

Che cosa fa Adobe After Effects?

Cosa sa fare Adobe After Effects? Parecchie cose. Ma possiamo raggrupparle in animazioni ed effetti visivi.

Animazioni

Ci sono moltissimi modi per creare animazioni all’interno di After Effects! Inoltre, grazie alle integrazioni di software di terze parti e plugin e agli artisti e designer che costantemente si spingono oltre trovando nuove soluzioni creative, le possibilità del software sono sbalorditive.

Ecco un elenco di diversi tipi di animazioni che è possibile creare in After Effects:

  • Animazione vettoriale 2D
  • Animazione 3D di base
  • Animazione dei personaggi
  • Tipografia cinetica
  • Animazioni di mockup e modelli per UX/UI
  • Effetti visivi

Questo è solo un piccolo elenco, ma mostra alcuni degli esempi fondamentali di ciò che ci si può aspettare di animare quando si lavora in questo programma.

Effetti visivi

Un altro fondamentale utilizzo di Adobe After Effects è la creazione di effetti visivi.

Fumo, fuoco, esplosioni, scene tracking e sostituzioni dello sfondo con la tecnologia dello schermo verde rappresentano alcuni dei possibili effetti che After Effects è in grado di eseguire.

Inoltre, ci sono molti modi per usare After Effects anche con altri programmi.

After Effects può importare dati di scena in 3D da altri software, ad esempio. Come si può vedere in questo fantastico video di EJ Hassenfratz che dimostra come si può far apparire un oggetto 3D come se fosse effettivamente nella scena.

Che cosa invece NON sa fare Adobe After Effects?

È un software straordinario. Ma, come ogni programma, non ci puoi fare tutto. Vediamo cosa non sa fare e per cosa non va usato.

Non è un programma di animazione 3D

Ci sono molti flussi di lavoro che After Effects può gestire, ma la creazione di ambienti e modelli 3D non è proprio ciò per cui è stato creato.

Cioè, per essere precisi, ci sono sì delle funzionalità che permettono di utilizzare oggetti 3D e di manipolarli nativamente in After Effects. Ma ci sono modi migliori e più efficienti per fare animazione 3D.

Ad esempio, un software molto usato è Maxon Cinema 4D.

Non è un programma di montaggio video

Quando si tratta di modificare più video, di unirli insieme, aggiungere colonne sonore con musica ed effetti sonori, After Effects non è una grande scelta.

Applicazioni come Adobe Premiere Pro, Avid e Final Cut Pro sono costruite per gestire grandi quantità di contenuti video. Sono focalizzati sulla gestione e la riproduzione efficiente di video ad alta risoluzione e sull’elaborazione di media complessi con un’elevata velocità di trasmissione dei dati.

Il pannello della timeline, invece, in After Effects è costruito per consentirti di impilare verticalmente i contenuti uno sopra l’altro e di interagire con i livelli sopra e sotto.

Se stai cercando di entrare nel mondo del video editing, allora pensa a After Effects come ad un programma di supporto, che ti aiuti a costruire una grafica di supporto in grado di migliorare la qualità della tua produzione. Ma poi il montaggio del video lo fai con un altro software

Dove scaricare Adobe After Effects?

Se vuoi utilizzare After Effects in modo professionale, insieme agli altri programmi Adobe come Photoshop, Premiere ed Illustrator, l’unico modo per farlo è utilizzando l’abbonamento mensile al Creative Cloud.

Ci sono vari piani e prezzi disponibili a seconda delle proprie esigenze. In questa pagina sono disponibili tutte le informazioni sull’acquisto di un abbonamento Creative Cloud. Nel caso in cui tu abbia ancora domande su come funziona Creative Cloud, puoi visitare la pagina delle FAQ Creative Cloud di Adobe.

Come imparare ad usare Adobe After Effects?

Ci sono molti modi per imparare ad usare After Effects: tutorial su YouTube, corsi professionalizzanti, corsi alle Università, Accademie o scuole di motion e anche corsi online.

Al momento, qui su Grafigata stiamo appena iniziando a creare contenuti e tutorial su questo software e sul mondo dell’animazione. Ma stiamo preparando il nostro primo corso su Adobe After Effects, che arriverà a breve.

Prossimamente tutte le informazioni e i dettagli. Nel mentre, se vuoi, lascia pure un commento qui sotto!

Alla prossima,

Lorenzo.

0 Condivisioni

Discussione: