Lo strumento penna: crea curve, segmenti e forme vettoriali in Photoshop

Marco AgustoniMarco Agustoni

0 COMMENTI

00

Ti piacerebbe sfruttare al massimo tutti i vantaggi del disegno vettoriale, realizzare curve e segmenti di grande precisione, scalabili all’infinito, anche all’interno di Photoshop? Lo strumento penna ti consente di fare esattamente questo.

È quindi molto utile sia per la comodità di non dover saltare da un’applicazione a un’altra, sia per raggiungere risultati di qualità professionale. Lo strumento penna è tra le funzioni base di ogni programma di grafica.

Ad esempio abbiamo scritto questo articolo sullo strumento penna in Illustrator.

Il punto è che richiede un po’ di pratica per padroneggiarlo. Questo è il motivo per cui molto spesso chi è alle prime armi cerca delle strade alternative, dei modi per evitare questo passaggio tecnico. I risultati, però, lasciano a desiderare.

Allora ti faccio una proposta: proviamo insieme ad imparare ad utilizzare bene lo strumento penna. Vedrai che il tuo lavoro sarà più fluido, più preciso ed avrai molte più possibilità espressive. Per cominciare puoi guardare questo video in cui trovi tutto quello che c’è da sapere sullo strumento penna in Photoshop. È un estratto del mio nuovo corso Photoshop Startup: lo pubblicherò a breve, ma se vuoi puoi già iscriverti alla lista d’attesa (anzi, io ti consiglio di farlo!)

Nell’articolo che continua subito sotto, invece, ti parlo di come disegnare segmenti, curve e tracciati vettoriali in Photoshop. Se invece vuoi sapere come usare la penna per fare selezioni super-precise, clicca qui.

Disegno vettoriale e selezione

Come ti anticipavo e come forse hai sentito nel video lo strumento penna di Photoshop è molto potente e versatile. La cosa più interessante è che puoi utilizzarlo per svolgere in maniera molto accurata operazioni diverse. In particolare gli utilizzi più comuni, e anche più interessanti, sono due:

  • la penna utilizzata per creare tracciati vettoriali: come in Illustrator o Indesign, anche in Photoshop la penna ti permette di realizzare segmenti, curve, forme e disegni di ogni tipo, che potrai poi ingrandire o rimpicciolire a tuo piacimento senza che perdano definizione. Se non sai cosa si intende per vettoriale e che tipo di utilizzi ha nel graphic design ti invito a dare un’occhiata qui.
  • la penna utilizzata per tracciare ad esempio dei bordi di selezione molto precisi per isolare o manipolare oggetti con bordi molto complessi.

Nel video, estratto dal nuovo corso Photoshop Startup, ti spiego nel dettaglio tutti e due questi diversi modi di utilizzare questa funzione.

In questo articolo ti spiego come utilizzare la penna di Photoshop per creare ogni tipo di tracciato vettoriale, come poligoni, cerchi o curve di vario tipo; se invece ti interessa capire meglio come sfruttarla per le selezioni vai qui.

tracciato vettoriale photoshop segmento punto di ancoraggio

I tracciati vettoriali in Photoshop: curve e segmenti

Photoshop ti mette a disposizione diversi strumenti per lavorare con la grafica vettoriale. Ad esempio esiste una galleria di forme geometriche semplici (quadrati, cerchi, poligoni) che puoi selezionare e inserire nei tuoi progetti.

Non sempre, però, queste forme, che pure sono delle basi molto utili, sono sufficienti per ottenere il risultato che hai in testa. In questo caso lo strumento penna è davvero prezioso per consentirti di riprodurre qualunque forma o segno grafico desideri.

Come ti ho anticipato si tratta di una modalità di disegno che richiede un po’ di tempo e un po’ di pratica, per capire quali sono i meccanismi basilari e per acquisire pratica.

Un ottimo punto di partenza è capire, davvero, cosa intendiamo per tracciato vettoriale: in buona sostanza si tratta di un segmento (immagina una semplice linea) che sta tra due punti di ancoraggio, in caso di una linea retta, oppure tra due maniglie se si tratta di curve.

Photoshop curve tracciati aperti chiusi

Tipi di tracciato

Quando parliamo di tracciato vettoriale in realtà facciamo riferimento a diverse tipologie di disegno:

  • tracciato aperto: una sequenza di segmenti in cui il primo punto di ancoraggio non corrisponde all’ultimo. I tracciati aperti possono essere:
    • rettilinei: il segmento che unisce i due punti di ancoraggio è una linea retta
    • curvi: in questo caso, invece dei punti di ancoraggio, all’inizio e alla fine del segmento ci sono le maniglie di direzione
  • tracciato chiuso: una sequenza di segmenti, rettilinei o curvi, in cui l’ultimo punto di ancoraggio si sovrappone al primo. Quindi questo è il tipo di tracciato con cui si realizzano le forme chiuse.

Come funziona lo strumento penna

È il momento di provare insieme come funziona questo strumento nella pratica.

In Photoshop attiva lo strumento penna digitando P sulla tastiera.

Per cominciare prova a disegnare un poligono tutto fatto di segmenti retti: è molto semplice, ti basta come prima cosa fare clic in un punto della tela, che sarà il tuo primo punto di ancoraggio.

tracciato vettoriale segmento

Allo stesso modo puoi continuare spostandoti in un’altra area e facendo di nuovo click: ora i due punti sono uniti da un segmento. Continua ad aggiungere in questo modo lati al tuo poligono finché non ti soddisfa.

Quando pensi di aver finito sposta la penna verso il primo punto di ancoraggio: vedi che, accanto al puntatore, compare un piccolo cerchio. Vuol dire che puoi chiudere il tracciato: ti basta un click sul punto di partenza.

tracciato chiuso

In questo modo hai ottenuto una forma chiusa vettoriale; i punti che hai creato si chiamano punti ad angolo. Ovviamente è possibile fare molto di più: se ad esempio ti accorgi che vorresti più lati puoi correggere il tuo progetto in questo modo. Porta il cursore nel punto in cui vuoi inserire un nuovo punto di ancoraggio, quindi tieni premuto CTRL o CMD e clicca.

Se invece vuoi ottenere una linea curva e regolare il tipo di curva fai clic in un punto qualsiasi del tuo progetto e, invece di rilasciare il tasto del mouse, trascina in modo da formare le maniglie: ora hai realizzato un punto morbido. Spostati nella tela e crea un secondo punto morbido: come puoi vedere i due punti sono collegati da un segmento curvo.

curve punto morbido Photoshop

Forse hai notato che le due maniglie che compaiono ai lati opposti di un punto morbido sono collegate: se ne muovi una, si muove anche l’altra. Per creare forme più complesse in realtà spesso è necessario scollegarle; ti spiego più avanti come si fa.

Come hai visto già da questi primi passi non è difficile imparare quali sono le tecniche di base per usare lo strumento penna di Photoshop, ma è difficile trovare la giusta fluidità per ottenere dei buoni risultati, specie per i tracciati con curve complesse o con molti elementi diversi. Per questo l’esercizio è essenziale.

bezier game

Come esercitarsi a usare lo strumento penna

“La pratica rende perfetti”: è un motto sempre valido, e lo è ancora di più per il disegno vettoriale. Ma fare esercizio può anche essere frustrante se parti da zero e non hai indicazioni valide.

Proprio per questo ti segnalo un sito davvero utile: The Bezier Game. Qui trovi tanti esercizi guidati per fare pratica con il disegno a penna; vediamone qualcuno insieme.

Il primo che ti viene proposto è il più semplice: si tratta di disegnare un angolo retto, formato da tre punti e due segmenti. Posiziona la penna sul primo punto e fai clic; spostati verso il secondo punto. Se vuoi rimanere dritto sull’asse orizzontale mentre ti sposti tieni premuto SHIFT; fai clic quando arrivi al punto e ripeti la stessa procedura fino ad arrivare all’ultimo punto.

Hai completato il tuo primo tracciato vettoriale rettilineo aperto! Il secondo esercizio che ti viene proposto invece è un tracciato chiuso, in particolare la forma di una casa. Anche qui per completare il disegno ti basta fare clic sui diversi punti di ancoraggio e spostarti da uno all’altro tenendo premuto il tasto SHIFT.

esercizio tracciato chiuso rettilineo

Il terzo esercizio proposto introduce invece una difficoltà in più: si tratta di un cerchio, quindi dovrai ricorrere ai punti morbidi e alle maniglie. Fai clic sul primo punto (quello a sinistra) e contemporaneamente trascina verso l’alto; se tieni premuto SHIFT mentre trascini la maniglia si allinea all’asse verticale. Ora puoi sportati sul secondo punto (in alto): come prima tieni premuto SHIFT, clicca e trascina. Come vedi hai collegato i due punti con un perfetto arco di cerchio; ripeti l’operazione per tutti i punti rimanenti e ottieni un cerchio completo.

esercizio bezier curve cerchio

L’esercizio seguente che ti viene proposto è molto interessante perché ti insegna come scollegare le maniglie; questa è un’azione necessaria quando vuoi usare la penna in Photoshop per tracciare disegni formati da più curve o segmenti in direzioni diverse.

Per creare il cuore devi tracciare due curve, che però hanno direzioni opposte. In questo caso posizionati sul punto centrale in alto: clicca e trascina la maniglia verso l’angolo in basso destra, così che la maniglia opposta sia allineata alla traccia obliqua che va verso l’alto a sinistra. Non rilasciare ancora il tasto del mouse: tieni premuto ALT/OPTION per scollegare la maniglia e portala sulla traccia indicata verso destra. Questa è la tecnica per scollegare le maniglie e funziona allo stesso modo anche in Photoshop; anzi, dentro Photoshop è ancora più comodo, perché puoi spostare le maniglie anche dopo aver rilasciato il tasto del mouse.

esercizio scollega maniglie cuore

Ora che hai scollegato le maniglie puoi spostare il puntatore sul secondo punto: come prima clicca e trascina, stavolta verso l’angolo in basso a sinistra. Anche in questo caso trascina finché la maniglia opposta è allineata con il tracciato suggerito, quindi premi ALT/OPTION e trascina la maniglia che hai creato verso l’alto. Una volta che anche questa è allineata rilascia il mouse, punta sul primo punto, clicca e completa la forma a cuore.

L’ultimo esercizio che facciamo insieme mette insieme un po’ tutte le tecniche che abbiamo visto fino ad ora: è un tracciato chiuso con segmenti rettilinei e curve che disegna la silhouette di un’automobile.

Per i segmenti rettilinei sai come fare: sposta il mouse tenendo premuto SHIFT, così da muoverti in modo preciso sugli assi. Per quanto riguarda le ruote, che sono due semicerchi, ti consiglio di impostare la curva con tre punti di ancoraggio: parti da un punto ad angolo, poi spostati nella parte più bassa della cura, clicca e trascina per creare un punto morbido. Usa SHIFT mentre trascini per mantenere orizzontali le maniglie. Completa la curva con un altro punto ad angolo.

Attenzione però, non tutte le curve sono uguali; in questo esercizio, ad esempio, per creare il tracciato che va dal paraurti posteriore al parabrezza ti basta una sola curva, che va appunto dall’ultimo punto ad angolo del paraurti fino a un punto morbido collocato al limite della curva, dove poi comincia il parabrezza.

esercizio tracciato vettoriale chiuso curve

Ancora un dettaglio importante: se vuoi riuscire a tracciare la linea obliqua che rappresenta il parabrezza dovrai scollegare le maniglie del punto morbido con cui hai realizzato la curva del tettuccio. Ricordati quindi di premere ALT e orientare verso l’angolo in basso a destra la maniglia prima di rilasciare il mouse.

Dopo aver tracciato il segmento rettilineo del parabrezza ti basta creare un punto morbido in corrispondenza del punto di partenza. Con quest’ultima curva hai chiuso la forma.

Ti consiglio di svolgere un po’ di esercizi che ti propone il sito: in questo modo puoi prendere sempre maggior confidenza con lo strumento penna. Quindi puoi tornare a Photoshop e cominciare a costruire le tue curve e i tuoi poligoni, finché non sarai in grado di dominare a pieno tutte le potenzialità di questa funzione.

Se imparerai ad utilizzare al meglio lo strumento penna sarai in grado di affrontare lavori sempre più complessi e in modo sempre più preciso e professionale.

Conclusioni

Come in molte altre situazioni anche per quanto riguarda il disegno vettoriale dentro Photoshop possiamo dire che vale la pena impegnarsi ad affrontare anche quegli aspetti che ci sembrano più ostici. Una volta presa padronanza di questo strumento vedrai che la facilità nel lavoro ti ripagherà a pieno dello sforzo fatto nell’acquisirla.

Questa è solo una delle tantissime funzionalità di un software come Photoshop. Se vuoi conoscerle tutte in modo pratico e scoprire come sfruttarlo per crescere nella tua attività di graphic designer ti consiglio di iscriverti alla lista d’attesa di Photoshop Startup: un corso tutto nuovo che lanceremo a breve.

Intanto continua a seguire i nostri tutorial, così potrai vedere in anteprima alcuni dei contenuti che troverai nel corso; io nel frattempo ti saluto

alla prossima!

Commenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*