Giulia OricciGiulia Oricci

Ecco la lista delle cose da regalare ad un designer

2 COMMENTI

Header 94 - regali per designer

Sei alla ricerca di un regalo creativo per un creativo? Dell’idea giusta neanche l’ombra? Strano ma vero, è tutto regolare.

Lo so, sembra sempre che fare un regalo ad un grafico, un designer o comunque un creativo sia impossibile.

In realtà non è così. Ci sono moltissime cose fighe da regalare!

Non vorrai mica regalare al tuo amico, fratello, sorella, fidanzato/a o quello che è il solito maglioncino in stile Ron Weasley, vero?

Ok, lo ammetto, questo articolo, a differenza di tutti gli altri di Grafigata, non è dedicato ai designer ma ad amici, parenti e fidanzati/e dei designer.

Una sorta di lista dei regali che ogni creativo vorrebbe! 😉

Sei pronto per fare un figurone?

Ok, allora cominciamo!

Il classico regalo per designer: libri di grafica e design

A differenza di altri lavori, un grafico non può e non deve mai smettere di imparare. Per questo è fondamentale leggere e scoprire le ultime novità di questo mondo.

Il classico e buon libro quindi non è di certo un regalo da escludere, anzi. È sicuramente più utile ed apprezzato del maglione con la renna che finirà nel buco nero dell’armadio.

Consigliarne uno solo, però, è un’impresa piuttosto ardua. Le dodici fatiche di Achille in confronto sono una partitella di ping pong sulla spiaggia.

Per fortuna, qui su Grafigata, c’è la più grande raccolta online di libri di grafica e design ordinati per argomento.

Il modo migliore per sapere quale di quei tantissimi libri scegliere è quello di far scegliere direttamente il diretto interessato.

Ma se vuoi fare una sorpresa, ecco qualche titolo particolare consigliato.

Un libro di grafica per chi è agli inizi

In questo caso c’è una buona probabilità che il destinatario del regalo non abbia moltissimi libri già acquistati. La possibilità di regalare un doppione è quindi molto ridotta.

Un libro, uscito quest’anno, nel 2017, che sicuramente qualunque creativo apprezzerebbe è “Cromorama” di Riccardo Falcinelli, già super bestseller. Impossibile che non piaccia.

Altre possibili soluzioni:

Un libro per veri nerd di grafica

Qui ci si può sbizzarrire di più, andando a ricercare titoli un po’ più particolari e, magari, anche un po’ strani.

Un titolo che sicuramente mi viene di consigliare è “Logo modernism” di Jens Muller. Qui trovi circa 6000 marchi registrati, del periodo 1940-1980. Una fonte d’ispirazione enorme.

Un’altro titolo assolutamente interessante potrebbe essere “Ruba come un artista” di Austin Kleon.

Perché, ti rivelo un segreto: nessun grafico, disegnatore, artista o creativo che sia mai esistito ha mai creato nulla, in realtà. Rielaborare cose già esistenti e migliorarle. Quella è la chiave!

Un libro per chi ha già tutti i libri di grafica e design del mondo

Hai a che fare con qualcuno di ostico, vero? Magari qualcuno che ha una libreria immensa che ti mostra pieno di orgoglio?

Ok, allora il gioco si fa duro: gli devi regalare qualcosa di veramente particolare.

Il primo titolo a tal proposito che mi viene in mente è “The art of looking sideways” di Alan Fletcher (però è in inglese, occhio!)

Vuoi altre opzioni? Mettiti a spulciare la lista di libri raccolti qui su Grafigata! C’è veramente di tutto! 😉

Roba hi-tech da regalare a un designer

Qualche raro creativo, potrà anche non apprezzare un libro come regalo ma esiste un modo per far sempre apprezzare il proprio regalo: cose tech!

Vediamo quali sono i regali tecnologici che un designer non vede l’ora di vedersi fare!

Tavoletta grafica

Con questo si va quasi sempre sul sicuro, specialmente per chi, tra i designer, ama disegnare o lo fa per mestiere.

Sul mercato ne esistono centinaia e adatte ad ogni tipo di esigenza. Quindi non commettere l’errore di pensare che una tavoletta valga l’altra.

Ma non spaventarti, i prezzi sono adattabili a tutte le tasche. Esempi?

  • Wacom Intous Draw: con circa 70,00€ è la scelta migliore per garantire un ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Intuos Pro Small: la scelta migliore per avere qualcosa di professionale ad un prezzo intermedio.
  • Wacom Cintiq: è la scelta da fare ad occhi chiusi se vuoi sbalordire il designer. Prima però una precisazione: oltre alla sua commozione sentirai anche quella del tuo portafoglio. Il prezzo può superare i 1000,00€.

Come dici? Ne ha già una? Beh, ma ogni grafico ne desidera sempre una nuova. Più grande, più bella e performante.

Hai ancora qualche dubbio? Ok, allora vai a leggere la guida a tutte le migliori tavolette grafiche (e schermi touch) divise per fascia di prezzo.

Un’alternativa alla tavoletta grafica può essere sicuramente un tablet per disegnare. Anche in questo caso, Grafigata ha la guida all’acquisto pronta ad essere spulciata 😉

Calibratore monitor

Ogni giorno un grafico si sveglia e sa che dovrà combattere per una corretta resa colori.

Un arancione visto da un desktop Mac, non è lo stesso arancione visto da un monitor Windows. Se lo stampiamo è un altro ancora. Stessa cosa se cambiamo carta o inchiostro. In poche parole: un incubo.

Una soluzione può essere un calibratore monitor come il DataColor Spyder Pro 5.

Piccolo ma funzionale, è perfetto per calibrare il monitor al posto nostro. La luce della stanza, i riflessi e la qualità dello schermo possono infatti giocare brutti scherzi.

E visto che per il momento non abbiamo ancora i superpoteri, è uno tra gli oggetti indispensabili da avere nel nostro kit di sopravvivenza.

Software e Plug-In

Penserai che siano banali, ma sotfware e plug-in sono perfetti e non sono mai abbastanza. E no, non ti sto parlando di una droga… insomma, forse.

Se il destinatario del tuo o ti consiglio i software Affinity, lanciati nel 2014 e diventati una valida alternativa al supremo colosso Adobe.

Puoi acquistarli senza incappare in nessun abbonamento e sono validi per qualsiasi dispositivo Mac, Windows o addirittura iPad. 

  • Affinity Photo: è un programma di fotoritocco (un’alternativa a Photoshop). Si può acquistare qui e costa 54,99€.
  • Affinity Designer: è invece un software di grafica vettoriale e quindi un’alternativa ad Illustrator.
    Disponibile anche lui al prezzo di 54,99€. Qui.

E i plug-in? Ottimizzano il tempo a disposizione, facilitano la realizzazione dei progetti e permettono di concentrarsi di più sull’idea che si ha in mente.

Altra idea che potrebbe sicuramente essere apprezzata sono i plugin per Illustrator Astute Graphics. Per chiunque utilizzi Illustrator aprire questo sito è un po’ come aprire l’armadio di Narnia.

Ci sono plug-in di ogni tipo, e soprattutto di ogni prezzo, tra cui scegliere.

Cose molto utili da regalare ad un designer

Le cose utili da regalare sono spesso le cose migliori. In questo caso abbiamo selezionato quelle utili ma che sono davvero utili.

Una mazzetta Pantone per scegliere sempre il colore giusto

Se si parla di colore non si può non nominare il regalo per eccellenza in materia. Quello che se non ce l’hai non sei nessuno.

Di cosa sto parlando? Dei Pantone Matching System. E no, non sono un gioco. Sono delle mazzette contenti tutta la gamma cromatica possibile ed immaginabile.

Ce ne sono a bizzeffe: coated, uncoated, metallic guide, solid color set… in pratica un arcobaleno di colori.

Perché per un grafico non sarà solo ed esclusivamente un blu, ma un Pantone 19-4045. Capisci l’ossessione?

Scegli qui. Qualsiasi essa sia sarà sicuramente super apprezzata.

Oppure celebra anche tu il colore dell’anno e scegli la mazzetta Pantone Color of the Year 2018 Ulta Violet. Unica nel suo genere e disponibile in edizione limitata. Un piccolo tesoro che non si può non avere.

Stand-Up Desk

Ci scommetto che l’idea di una Stand-Up Desk non ti nemmeno passata per l’anticamera del cervello. Altrimenti non saresti qui, ovvio.

Sicuramente ne avrai viste su internet, perché per un periodo erano sulla bacheca Facebook di chiunque. Giusto lo spazio per il pc, gli oggetti da scrivania e la tastiera.

Sono l’ideale per chi, dopo ore e ore passate seduto su una sedia, inizia a risentire del mal di schiena. Venti o cinquant’anni che siano.

E non ti prendo in giro, alcuni uffici le hanno adottate anche per combinare lavoro e attività fisica.

Così si rimane più attivi, si facilita la digestione e soprattutto si scongiura la tipica sonnolenza post pausa pranzo. Provare per credere.

Cose un po’ più divertenti da regalare ad un creativo

Typodarium per i malati di fonts

Anche se sembra che un creativo non dorma mai, i giorni passano anche per lui. Però per renderli più piacevoli, accantonando per un attimo l’ansia delle scadenze, c’è lui.

Typodrium, il calendario tipografico a strappo pubblicato da Slanted e realizzato da ben 223 designers provenienti da 30 paesi nel mondo.

Incredibile vero? Per un font-dipendente questo regalo è sicuramente la libidine per eccellenza.

365 fonts da strappare, ma soprattutto da scoprire, conoscere e sperimentare. Quasi un rituale quotidiano di cui il creativo non potrà più fare a meno.

Giochi un po’ da nerd

Dimentica le partite a Tombola, a scala quaranta o a Monopoli. Per un creativo anche queste sono ormai passate di moda.

E per queste festività non puoi che non proporgli:

  • 1000 Colors Halftone Puzzle
    Lo impegnerai da Natale a Capodanno per comporlo, ma almeno ci guadagnerai anche tu.
    Non dovrai subire i suoi commenti per quanto sia stato impaginato male il menù del ristorante. Sarà occupato da tutt’altro.
  • Space Playing Cards
    Una simpatica rivisitazione delle carte da gioco, realizzata da Alonzo Felix.
    Queste carte sono prodotte da Expert Playing Card Company, un progetto del Conjuring Arts Research Center di New York.
    In poche parole un associazione no-profit per la storia e il futuro della magia delle carte da gioco.

A lifetime full of coffee

Il grafico è una creatura mitologica, metà uomo e metà computer, la cui linfa vitale è una sola: il caffè.

Caffè che per quello che gli riguarda potrebbe diventare anche patrimonio dell’Unesco.

E quindi, a proposito di sonnolenza, la gioia più grande che un creativo possa ricevere è una scorta di caffè che duri da qui all’eternità.

Non avendo tempo da perdere però, abbiamo bisogno di qualcosa di pratico e veloce. Niente che una macchina da caffè con relative cialde non possa non fare.

“Umarell” da scrivania

Per concludere questa wish list direi che non può proprio mancare il regalo di Natale definitivo di quest’anno. Quello che chiunque vorrebbe avere: l’umarell da scrivania.

A me fa ridere solo l’idea, ma per The FabLab questa progettazione è stata un vero e proprio bingo.

Perché chi non vorrebbe un umanrell come motivatore per un progetto da urlo? Un anziano che con sguardo attento e le mani incrociate dietro la schiena, segue vigile i nostri lavori. Io non riesco ad immaginare niente di meglio.

Solo il suo sguardo critico saprebbe dare la giusta carica per non abbassare mai la guardia e la creatività.

Lo trovi qui.

Conclusioni

Il nuovo regalo per un creativo andava portato in salvo. Credi di esserci riuscito?

Sicuramente in questa lista dei desideri hai trovato quello perfetto. Quello che farà spuntare gli occhi a cuori al creativo che lo riceverà.

E tu creativo? Cosa ne dici di lasciare un commento qui sotto dicendo cosa ti piacerebbe ricevere per questo Natale?

Soprattutto condividi, sia mai che qualcuno a te vicino capti qualche frecciatina.

Alla prossima.

Discussione: