Marco AgustoniMarco Agustoni

Packaging design con Illustrator: come progettare la confezione di un prodotto + CASO STUDIO

0 COMMENTI

packaging-design

In questo post imparerai a disegnare un packaging professionale con Illustrator. Vedremo quali sono gli strumenti e le tecniche per progettare confezioni precise ed evitare errori che possono compromettere il risultato finale.

Insomma, una lettura OBBLIGATA!

Sei pronto? Partiamo!

L’importanza del packaging in una strategia di marketing

Wikipedia dice: il packaging è l’imballaggio (o imballo) di un prodotto, composto di materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere e a proteggere determinate merci, dalle materie prime ai prodotti finiti

Lo sai che il primo prodotto in assoluto ad essere stato confezionato fu il sapone? Sì, proprio il sapone che prima dell’800 veniva venduto a peso, come il prosciutto al giorno d’oggi.

Fu l’americano Benjamin Babbit ad avere la geniale idea di venderlo a pezzi uguali, confezionati e avvolti in carta stampata. Benjamin capì l’importanza di proporre il prodotto al suo pubblico come fosse un vero e proprio dono.

Nel giro di pochi anni, la confezione diventò un elemento identificativo del prodotto e sinergico alla vendita dello stesso, dato che oltre alle funzioni di contenimento e protezione assumeva un importante ed accattivante ruolo estetico.

Oggigiorno infatti, il packaging oltre a proteggere il contenuto, lo comunica e… lo vende!

L’imballaggio quindi assume una funzione promozionale e persuasiva in grado di esprimere la qualità e le caratteristiche di un prodotto per catturare l’attenzione del cliente e indurlo all’acquisto.

Il packaging può essere paragonato ad una sorta di abito: più questo è originale e invitante, più sarà in grado di attirare gli sguardi, esattamente come un vestito durante una sfilata di moda e per questo può svolgere un ruolo determinante nel portare al successo o al fallimento la commercializzazione di un determinato prodotto.

Se desideri approfondire l’argomento packaging e persuasione ti consiglio di leggere questo articolo di Grafigata.

Bene, dopo questa brevissima introduzione sull’importanza del packaging, passiamo al succo di questo articolo.

Come progettare un packaging con Illustrator

Per progettare un packaging ad hoc con Illustrator hai bisogno innanzitutto di un tracciato fustella, che ti permetta di impaginare con precisione l’elaborato da stampare, e aiuti il tipografo ad eseguire una sagomatura perfetta rispetto alle tue indicazioni.

Il tracciato fustella è in poche parole il disegno tecnico in 2D della confezione.

In particolare mi riferisco alla sagoma di taglio e piega della scatola stesa, composta dalle linee di taglio, di abbondanza e di cordonatura.

A che cosa serve un tracciato fustella?

Il tracciato fustella permette innanzitutto al designer di realizzare correttamente la grafica seguendo le indicazioni di stampa, timbratura e direzione di lettura del packaging, ma è utile anche in fase di stampa in quanto trasmette le informazioni al plotter che taglierà i campioni da utilizzare nella fase di progettazione e validazione del packaging. Inoltre fornisce le informazioni tecniche necessarie alla creazione della fustella che verrà usata in produzione.

Prima di iniziare a progettare il tuo packaging devi assicurarti quindi di avere a disposizione un tracciato fustella professionale che garantisca il corretto funzionamento della tua scatola.

Come ottenere una fustella?

Chiedi al tuo tipografo oppure prova a dare un’occhiata a Packly, un servizio online dedicato al packaging design che ti permette di realizzare e scaricare tracciati fustella personalizzati e altamente professionali in formato PDF editabile.

In questo articolo vediamo insieme il processo creativo della grafica relativa al packaging di un profumo.

Inizio subito a creare la mia fustella: mi reco su Packly, faccio un click su CREA SUBITO e seleziono un modello di “scatola astuccio lineare”.

Procedo con una scatola con “alette alternate” e inserisco le misure di quella che potrebbe essere la scatola di un profumo (74x74x142mm).

Faccio un click su “Download” per scaricare la fustella in formato PDF. Adesso ho scaricato il file del tracciato fustella ed essendo in formato PDF vettoriale, posso aprirlo all’interno di Illustrator.

Prima di continuare però, devi sapere che: quando ho iniziato a fare packaging design anni fa …ho commesso gravi errori dovuti alla mancanza di esperienza!

Purtroppo, quando non si ha ben presente la gamma delle soluzioni a nostra disposizione, si tende spesso a compiere banali errori ed è successo così che la mia iniziale assenza di un bagaglio teorico adeguato si è tradotta ben presto in una serie di risultati dagli esiti catastrofici a livello professionale.

Tu sei incredibilmente fortunato perché potrai fare tesoro dei miei errori e optare sin da subito per un corretto flusso di lavoro.

Ecco i 5 principali errori che commette chi si affaccia al packaging design per la prima volta.

Leggili attentamente…..ti saranno utili ad ottenere file grafici a prova di stampa!

Solo un momento prima di continuare! Per preparare questo tutorial ci ho messo diverse settimane! Come ringraziamento, che ne dici di lasciarmi un +1 tramite il pulsante qui in basso? A te costa solo una frazione di secondo del tuo tempo, ma per me è una grande soddisfazione! 🙂 

1. Modificare il tracciato fustella

Il primissimo errore da evitare…. Non modificare mai la fustella! Qualsiasi alterazione del tracciato potrebbe rivelarsi fatale: esso rappresenta infatti la sagoma di taglio e piega della scatola; qualsiasi variazione alle sue linee potrebbe causare malfunzionamenti o errori all’intera struttura del packaging.

Per evitare di modificare accidentalmente il tracciato fustella ti suggerisco di aprire il file con Illustrator e bloccare immediatamente il livello in cui si trova. Dopodiché ti basterà creare un nuovo livello destinato alla grafica.

2. Non considerare l’abbondanza di stampa

Ogni tracciato è composto da linee di diverso colore in base alla loro funzione. Nel caso delle fustelle Packly il blu indica le linee di taglio, il rosso quelle di piega e il verde l’abbondanza.

Quest’ultima rappresenta il margine di sicurezza di stampa: una grafica con fondo pieno o immagini poste sui bordi di taglio devono necessariamente raggiungere le linee verdi di abbondanza, non quelle blu di taglio.

Vuoi sapere perché?

Non possiamo sempre contare su un assemblaggio preciso al millimetro del nostro packaging…ma possiamo strategicamente compensare un benché minimo margine di errore estendendo la nostra grafica oltre le linee di taglio…fino a quelle di abbondanza!

Se durante il processo di fustellatura si verificasse così un disallineamento millesimale del foglio di stampa l’abbondanza grafica servirà a prevenire la comparsa di antiestetici filetti bianchi lungo i bordi della scatola.

Come faccio a realizzare un fondo pieno che segua perfettamente la sagoma di abbondanza del packaging?

Ecco due suggerimenti:

  • Apri il tracciato in Illustrator e prima di bloccare il livello seleziona una delle linee verdi dell’abbondanza. Tramite il comando “Seleziona > Simile > Colore traccia” verranno selezionati automaticamente tutti gli altri segmenti verdi. Copia le linee selezionate (ctrl / cmd + C) all’interno del nuovo livello creato per la grafica, nella stessa posizione (shift + ctrl / cmd + V), e uniscile (ctrl /cmd + J). Blocca il livello del tracciato fustella, seleziona la nuova forma creata e riempila con il colore di sfondo desiderato.
  • Realizza la sagoma dell’abbondanza nel livello della grafica come specificato nel punto precedente. Blocca il livello del tracciato, spostalo sopra al livello della grafica, crea un rettangolo unico o tante forme geometriche che coprano tutta la fustella, senza seguirne la sagoma, impostando per ognuna il colore di riempimento che desideri. Dopo aver realizzato le varie forme utilizza la sagoma dell’abbondanza come maschera di ritaglio per questi elementi: in questo modo la tua grafica seguirà perfettamente il contorno del tracciato fustella.

3. Inserire testi e immagini in corrispondenza di tagli e pieghe.

Ecco un altro errore da non commettere per evitare che la nostra grafica così attentamente progettata venga incautamente sabotata da una fustellatura imprecisa!

Testi e immagini inserite troppo vicino ai bordi di taglio e piega della scatola potrebbero non essere visibili interamente sul packaging per via di un eventuale disallineamento del foglio.

Cosa bisogna fare allora?

Inserisci tutte le informazioni e le immagini più importanti, che devono essere visibili e ben leggibili, ad almeno 3 / 5 mm di distanza (o anche di più, in base alle dimensioni della confezione) dalle linee blu e rosse, in modo tale che non vengano accidentalmente tagliate o non finiscano sulle pieghe della scatola al momento del montaggio.

4. Utilizzare immagini ed effetti raster a bassa risoluzione.

Vuoi immagini impeccabili ?

Se desideri inserire immagini o effetti raster all’interno della tua grafica è molto importante che entrambi siano ad alta definizione (300 DPI/PPI).

Come fare?

Per quanto riguarda le immagini ti basterà verificare la risoluzione tramite il pannello “Collegamenti” attivabile dal menu “Finestra”. In questo modo potrai visualizzare tutte le informazioni relative ai vari elementi inseriti all’interno del foglio di lavoro, tra cui la risoluzione.

Per la stampa è consigliato utilizzare immagini ad almeno 250 DPI.

La risoluzione degli eventuali effetti raster utilizzati può essere invece impostata tramite il menu Effetto > Impostazioni effetti raster del documento > Risoluzione alta (300 PPI).

5. Inserire immagini e testi al contrario.

Attenzione! Ogni cosa al suo posto….

Molto spesso, durante la progettazione grafica bidimensionale di un packaging, non si tiene in considerazione un fattore fondamentale: la tridimensionalità della scatola.

Durante il montaggio del packaging le varie facce, che nel tracciato fustella sono disposte su un unico piano, saranno piegate opportunamente per formare la scatola. Proprio per questo, prima di inserire i vari elementi grafici all’interno del tracciato, bisogna avere bene in mente la disposizione finale delle varie parti della scatola per non rischiare di ritrovarsi con testi e immagini in una posizione diversa da quella desiderata o, ancor peggio, al contrario.

Ad ogni tipologia di scatola scelta corrisponde un diverso posizionamento degli elementi grafici.

Come orientarsi allora ?

La cosa più semplice e diretta è stampare su un foglio il tracciato fustella della tua scatola, con eventuali riferimenti grafici sulle varia facce, ritagliarlo e piegarlo per avere un’idea della sua composizione finale.

In questo modo saprai esattamente come orientare i vari elementi senza rischiare che testi, immagini e loghi vengano stampati al contrario.

Nel mio caso ho scelto una scatola astuccio lineare che è uno dei modelli di packaging più comuni. E il suo tracciato fustella, si presenta in questo modo:

Caso studio: Come disegnare il packaging di un profumo con Illustrator

Per questo tutorial ho deciso di realizzare il packaging di un profumo da erboristeria: avrà un brand di pura fantasia (CALIXTE) e un design minimal, semplice ed elegante. Il profumo contenuto sarà destinato ad un’utenza femminile e avrà un’essenza delicata e avvolgente alla Vaniglia.

Bene, iniziamo!

Fase 1: sketching e ricerca idee

Prima di passare direttamente al computer, parto sempre da un foglio di carta e cerco di mettere nero su bianco tutte le idee che mi passano per la mente

Ti consiglio quindi di stampare il tracciato fustella ed iniziare a buttare giù bozzetti per immaginare il risultato finale….ricordando gli errori da evitare che ti ho elencato nel capitolo precedente!

Operare direttamente su schermo con l’ausilio di un software può essere un madornale errore che spesso limita in partenza creatività e fantasia.

Non accontentiamoci delle prime idee però!

Perchè non stimolare la mia vena creativa e utilizzare ad esempio Packaging of the World? È un portale che mira ad ispirare i designer di tutto il mondo tramite la pubblicazione di progetti interessanti e creativi.

Come puoi vedere dalla bozza sottostante, ho individuato una soluzione semplice e immediatamente comunicativa per il mio progetto: all’interno del pannello principale (A2), nell’area superiore, ho posizionato il logo (CALIXTE PARIS), mentre nella zona inferiore ho tracciato un riquadro in cui all’interno ho evidenziato il tipo di essenza del profumo.

Nelle pareti laterali (B1 e B2) inserirò una texture floreale, con fiori di Vaniglia che richiamano l’essenza, alternati a farfalle.

All’interno del pannello principale (A1), che rappresenta il retro della scatola, ho aggiunto una breve descrizione dell’essenza e tutte le diciture di legge relative ai cosmetici (ingredienti, simbolo pao, simbolo riciclaggio, simbolo infiammabile ecc).

Fase 2: si passa ad Illustrator!

Siamo a buon punto! Concepita l’ideazione giunge infatti il momento di passare ad Adobe Illustrator….e dar vita alla nostra creazione.

Sulla base della mia bozza, inizio a riprodurre la grafica partendo dalla facciata principale nella quale faccio ricorso a due differenti caratteri tipografici (Quicksand e Oswald).

Proseguo la progettazione grafica inserendo altri elementi nei pannelli principali A1/A2 e nei laterali B1/B2.

All’interno dei pannelli laterali utilizzerò un pattern di Shutterstock che andrò a fondere al colore senape già posizionato nelle due facciate.

Ed ecco il risultato ottenuto:

Ho cercato di ottenere una combinazione di colori efficace evitando l’utilizzo di un numero eccessivo di tonalità.

La scelta di una palette di colori è un processo che richiede analisi e studio, in fase di progettazione di solito parto individuando un colore principale dopodiché procedo a definire i colori che dovranno essere accostati.

Ricapitoliamo: è stato fatto tutto per bene?

Sono stati osservati gli accorgimenti di packaging design di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti?

Analizzando la grafica sopra, puoi notare che gli elementi posti sui margini sono stati allungati raggiungendo le linee verdi di abbondanza. Abbiamo detto infatti che durante il processo di fustellatura e cordonatura è possibile che il foglio subisca uno spostamento minimo (in termini di micron) che potrebbe causare la comparsa di un filetto bianco.

Per la stessa ragione ho prestato molta attenzione a disporre immagini, simboli e testi ad almeno 3/5 mm dalle linee blu e rosse, in modo tale che essi, in caso di slittamento del foglio, non vengano accidentalmente tagliati finendo sulle pieghe.

Ed ecco il mio risultato dopo aver applicato gli aggiustamenti finali. Ringrazio Massimo Zuanazzi per il rendering in 3d.

Bene, siamo giunti alla conclusione di questo articolo. Ti ho spiegato come si progetta un packaging in modo professionale con Illustrator… svelandoti inoltre quali sono gli errori più comuni che commettono la maggior parte dei principianti!

Certo, ci sarebbe ancora tantissimo da dire sul packaging design in Illustrator e chissà, magari in futuro avrò ancora occasione di trattare questo stimolante argomento!

E tu? Hai qualche consiglio da dare a chi vuole imparare a disegnare il packaging di un prodotto? Domande o dubbi? Aspetto di sentire la tua nei commenti!

Noi ci vediamo al prossimo articolo.

Buona progettazione!

Marco

Discussione: