Daniele PianiDaniele Piani

Come scegliere un mouse? I migliori mouse per fare grafica

0 COMMENTI

Migliori mouse graphic design
La scelta di un mouse per lavorare è un aspetto spesso sottovalutato ma, in realtà, molto importante per lavorare in modo più efficace al computer. Per chiunque lavori nel mondo della grafica, poi, il mouse è proprio uno degli strumenti principali di lavoro. Se vuoi trovare il mouse giusto per fare grafica, questo è l’articolo giusto. Lo scopo di questo articolo, infatti, è fornirti tutti gli aspetti tecnici da considerare per scegliere il miglior mouse professionale per le tue esigenze. Dopo questa guida sarai sicuro di avere le giuste conoscenze per scegliere solo il meglio per il tuo lavoro. Ecco di seguito di cosa parleremo oggi:

Mouse per fare grafica, Natale 2018

Siamo vicini al natale e molti siti, come Amazon ed e-price, propongono sui loro siti diverse offerte natalize vermanete interessanti per mouse di ogni genere, ecco i link alle offerte:

Mouse o tavoletta grafica?

Pronto? Ok, dai, cominciamo! E lo facciamo rispondendo ad una domanda piuttosto comune: “Per un graphic designer è meglio usare il mouse o la tavoletta grafica?” Basta visitare qualche forum dedicato all’argomento per imbattersi nelle due fazioni che si contendono a suon di commenti. La risposta, come sempre è dipende. Dipende, sostanzialmente, dalle abitudini che abbiamo nell’utilizzare gli strumenti. C’è chi preferisce utilizzare la tavoletta grafica, generalmente chi lavora molto con il fotoritocco, disegno o sculpting, e c’è chi preferisce il mouse, ad esempio per lavorare in grafica vettoriale o per modellare in 3D con programmi CAD. Ovviamente tutto ciò è solamente indicativo: persone diverse approcciano lo strumento in maniera diversa in base alle loro necessità. Ci sono persone che hanno persino sostituito la tavoletta grafica al posto del mouse anche per navigare su internet. Il vero consiglio che posso darti è quello di utilizzare tutti e due gli strumenti prima di esprimere un giudizio, dopo di che troverai dei pro e dei contro per entrambi e potrai alternarli nelle tue operazioni grafiche. In questo articolo, però si parla di mouse. Se sei interessato alle tavolette grafiche puoi leggere l’articolo su come scegliere una tavoletta oppure quello sulle migliori tavolette grafiche in circolazione. Risolto questo dubbio, procediamo!

Quali sono le tipologie di mouse? E quali scegliere per lavorare?

La forma del mouse è un altro dei dibattiti aperti nel mondo della grafica. Mouse tradizionale, verticale, con trackball? Sostanzialmente, la scelta dell’uno o dell’altro sembra dipendere oltre che dalla facilità di utilizzo anche dall’evitamento di patologie molto fastidiose per chi utilizza molto questi strumenti, come il tanto temuto tunnel carpale oppure l’insorgere di tendiniti.

Mouse tradizionale

mouse-ergonomico
Il mouse tradizionale in quest’ottica non risulta essere comodissimo in quanto obbliga a tenere la mano in una posizione non propriamente ergonomica, in quanto il palmo è parallelo al tavolo. Tuttavia, a detta di molti esperti del settore, è possibile limitare le problematiche causate da un uso scorretto del mouse seguendo dei semplici consigli:
  1. Cercare di tenere l’avambraccio il più possibile sopra la scrivania così da non affaticare in maniera eccessiva i tendini
  2. Impostare una sensibilità del mouse tale che con piccoli movimenti potrai coprire tranquillamente l’intero schermo
  3. Utilizzare una sedia comoda ed ergonomica alla giusta altezza in modo da poter tenere il braccio parallelo al piano di lavoro.
Da segnalare inoltre anche la variante ergonomica del mouse tradizionale. La forma è simile a quella del mouse tradizionale ma è presente sulla sinistra un’estensione per poggiare il pollice e rendere più confortevole il grip. Perché scegliere un mouse tradizionale?
  • Non necessita di “allenamento” per l’utilizzo;
  • I nuovi modelli hanno una estensione per il pollice per migliorare l’ergonomia;
  • Alta gamma di alternative rispetto alle controparti verticali e con trackball. 

Mouse verticale

Gran parte dei problemi di ergonomia e di uso corretto di un mouse vengono risolti con l’utilizzo di mouse verticali. Con il mouse verticale la mano non poggia interamente sul mouse ma è ruotata leggermente verso destra (o sinistra per i mancini). I tasti per cliccare vengono poi inseriti in verticale, da cui il nome. I pro di questa soluzione sono che effettivamente aiuta a distendere meglio il braccio sulla scrivania, nella posizione naturale, a riposo, del braccio stesso. Prova infatti a poggiare il tuo braccio su un tavolo o una scrivania e vedrai come la posizione naturale sarà quella di essere leggermente inclinato verso l’esterno. In pratica, il mouse verticale non fa affaticare i tendini della mano e del braccio, offrendo un supporto naturale e funzionale. L’unico “contro” è che risulta più difficile da approcciare per chi è abituato ad utilizzare i mouse classici, però i benefici superano le difficoltà iniziali. Perché scegliere un mouse verticale?
  • Mouse studiato per garantire la massima ergonomia;
  • Prezzi competitivi delle alternative sul mercato;
  • È probabilmente la scelta migliore se vuoi evitare problemi ai tendini di mani e braccio.

Mouse con trackball

Mouse trackball
Lo inseriamo per completezza di informazione anche se i pareri su questa soluzione sono spesso molto discordanti. Questo tipo di mouse da lavoro, che puoi vedere nella foto, funziona per limitare al massimo il movimento del nostro braccio evitando l’insorgere di tendiniti. La rotella sulla sinistra (o sulla destra) sostituisce il movimento del mouse e, quindi, regola il puntatore. Il vantaggio principale è la sua versatilità di utilizzo. Non importa lo spazio che hai a disposizione in quanto puoi utilizzarlo completamente da fermo. Uno degli svantaggi principali deriva dalla differenza di utilizzo rispetto ai mouse tradizionali. Il concetto di utilizzo è completamente diverso, stare fermi e muovere solo la rotellina può non essere semplice per molti utilizzatori, almeno all’inizio. L’ultimo svantaggio è da imputare ai possibili fastidi al pollice che potresti accusare da un uso continuativo di questo strumento. Perché scegliere un mouse con trackball?
  • Utilizzabile in moltissime situazioni, per via del fatto che non necessita di essere mosso
  • Estrema precisione per i propri lavori grafici
  • Massima ergonomia, in quanto il mouse può essere utilizzato completamente da fermo.

Mouse per graphic designer: quali fattori tecnici considerare?

Ok, dopo aver visto i tipi di mouse che si possono acquistare, andiamo a vedere gli aspetti tecnici più importanti da considerare per scegliere un mouse professionale per fare grafica.

Primo: i DPI

Per DPI o dots per inch indichiamo la quantità di informazioni grafiche che il nostro mouse può fornire come input al pc utilizzato per lavorazioni grafiche. In sostanza misurano quanto è sensibile un mouse, ovvero il numero di pixel che un mouse percorre per ogni centimetro di spostamento sul piano di lavoro. Un numero di DPI soddisfacente per un buon lavoro di grafica va dagli 800-1000 fino ai 1200. Esistono mouse che superano di molto questa cifra, di solito vengono utilizzati nel gaming dove la sensibilità è un fattore determinante. Ciò non toglie che possono tornare molto utile anche per lavori grafici professionali!

Secondo: la presenza di tasti

Sostanzialmente passiamo dai mouse con 3 tasti (compresa la rotellina) a mouse professionali con più tasti, ad esempio: sinistro, destro, due tasti laterali e la rotellina di scorrimento. Infine, i modelli più avanzati hanno la possibilità di programmare i tasti inserendo funzioni personalizzate per i nostri interessi.

Terzo: la presenza di sensore laser o ottico

La differenza principale fra i mouse laser e quelli ottici sta principalmente nel tipo di tecnologia di tracciamento presente al loro interno. Pur garantendo entrambi il movimento del puntatore sullo schermo usano dei sistemi che sono diversi tra loro. La prima differenza sta nella sensibilità di tracciamento in diverse superfici. I sensori laser sono di solito più sensibili alle differenze nelle superfici d’appoggio, questo può causare dei movimenti indesiderati del mouse che vanno regolati a livello di software. Discorso diverso per i sensori ottici che presentano meno questo problema. Per quanto riguarda la versatilità di utilizzo su superfice, risultano preferibili i sensori laser in quanto hanno una copertura maggiore e possono tracciare in maniera corretta anche su superfici di vetro. Di contro quelli ottici necessitano, per funzionare bene, di superfici “artificiali” come tappetini, mentre danno più problemi su superfici scomode, come ad esempio il vetro. Ultima considerazione riguardo ai sensori va fatta rispetto alla durata della batteria dei mouse. In questo caso le differenze sono quasi impercettibili, sebbene è da preferire anche in questo ultimo caso la tecnologia laser che in alcuni modelli vanta durate anche di un mese, un mese e mezzo. Tuttavia, i sensori ottici si stanno uniformando alle caratteristiche dei primi.

Quarto: il peso del mouse

Mouse leggeri hanno come pro la velocità di movimento e il minor affaticamento del braccio, hanno invece come contro la peggiore precisione dovuta all’eccessiva velocità del puntatore. Mouse più pesanti d’altro canto saranno più precisi ma più “lenti da muovere” e potrebbero affaticare maggiormente il braccio dopo ore di lavoro. Ovviamente esistono delle eccezioni come i mouse trackball che, pur essendo relativamente pesanti non provocano fastidi in quanto il loro utilizzo avviene da fermo.

Quinto (plus): ergonomia

Perché il quinto punto è stato inserito come plus? Beh, perché non tutti i mouse possono essere definiti ergonomici. Se volessimo immaginare una scala di ergonomia potremmo identificare come ultima posizione il mouse tradizionale, poi quello tradizionale con estensione per il pollice, mouse verticale ed infine il mouse con trackball. Ma perché l’ergonomia è così importante nell’utilizzo di un mouse? Il motivo principale è la correlazione inversa tra ergonomia e problemi quali tunnel carpale e tendiniti. Traduzione: più un mouse è comodo e meno problemi da!  Un mouse ergonomico, come quello verticale ad esempio, permette una naturale posizione della mano, ovvero leggermente extraruotata verso destra o sinistra (a seconda che tu sia destro o mancino). In questo modo avrai più rilassamento dei muscoli e dei tendini e un maggior afflusso di sangue alla mano. Un mouse non ergnomico d’altro canto sollecita molto il polso, per via dei molti movimenti laterali del polso, ha una tensione dei tendini costante e una torsione del polso e dell’avambraccio innaturale. Tutto ciò provoca i fastidi prima descritti. Quindi, ritornando all’etichetta “plus”, l’ergonomia del mouse rappresenta sicuramente un vantaggio da tenere in considerazione nella scelta dello stesso. Soprattutto per chi passa ore ed ore ad utilizzarlo.

Meglio un mouse senza fili (wireless) o con il filo?

Nel 2018 è sicuramente più comune utilizzare mouse senza fili (wireless) e, generalmente, si incontrano mouse con il file solitamente quando si ha a che fare con tecnologia vecchia. Tipo quegli uffici pubblici dove hanno ancora i computer con installato Windows Xp, per intenderci. Questa diffusione dei mouse senza fili è ovviamente dovuta al fatto che sono più comodi da utilizzare: niente fili a disturbare il movimento o ad occupare spazio sulla scrivania e prendere polvere. Il contro principale è quello della batteria. Un mouse con un filo, ovviamente, non ti darà mai (o meglio, quasi mai) problemi di durata della batteria o di connettività. Come ti ho detto prima però ormai i mouse, quelli senza fili, sono in grado di durare parecchio. Inoltre, esistono delle versioni ibride di mouse da disegno, così da poterli essere utilizzati sia con che senza filo (che spesso funge anche da ricarica).   Ok, direi che hai letto tutti i parametri principali per poter ora valutare quale “topolino” acquistare. Se vuoi però qualche consiglio pratico, ecco qui la selezione dei migliori mouse per fare grafica!

I migliori mouse professionali per fare grafica

Bene, hai capito le differenze fra i principali tipi di mouse, hai capito le caratteristiche da tenere in considerazione per scegliere il migliore mouse, ora vogliamo fare uno step ulteriore e fornirti una lista dei migliori mouse tradizionali, verticali e trackball da cui scegliere per dotarti di uno strumento potentissimo per i tuoi lavori di grafica.

Categoria 1: Mouse tradizionali per fare grafica

Logitech MX Master Mouse Wireless – Al momento circa 54 euro

mouse ergonomico logitech
Nel momento in cui ti scrivo è super scontato a un prezzo incredibile, 54 euro! Viene definito da Logitech stessa come il miglior mouse wireless studiato specificatamente per gli utenti esperti.
Si tratta di un mouse ergonomico da 200 a 4000 DPI e dal design veramente bello e ricercato. Possibilità di collegare il mouse via wifi, bluetooth o via cavo, scorrimento super efficiente su tutte le superfici. Una delle feature che mi hanno entusiasmato di più di questo mouse è l’easy switch. È possibile associare l’MX Master a un massimo di 3 dispositivi, e passare da uno all’altro in tutta facilità. Sappiamo quanto questa feature sia comoda nel mondo della grafica. Ultima caratteristica, la presenza di 7 pulsanti, configurabili con software apposito Logitec. Un ottimo prodotto di fascia media.

Acquista ora (79 euro) 

Razer Naga Trinity – circa 100 euro (il più tamarro dei mouse)

Un mouse ergonomico con design accattivante utilizzabile per qualsiasi sistema operativo, che nasce per essere al servizio di giocatori pro ma con troppe funzionalità interessanti per non essere utilizzato anche per fare grafica, Stiamo parlando del mouse ergonomico Razer Naga Trinity. Sensore da 16.000 DPI (assurdo!), 19 tasti completamente programmabili per le tue esigenze, tastierino per il pollice, presenza di due tasti dietro la rotella da poter programmare a proprio piacimento. E’ possibile utilizzarlo sia senza fili, in modalità wireless che con il filo, il quale funge anche da ricarica. Possibilità di accoppiare due periferiche per utilizzare il mouse su due distinti schermi da computer. Veramente consigliato per dare una marcia in più alle proprie lavorazioni. Oppure se volete un mouse molto tamarro 🙂 Acquista ora (101,48 euro)

Logitech Performance Mouse MX – Circa 124 euro

Questo gioiellino della Logitech è un mouse wireless ergonomico che ha tutte le caratteristiche per essere considerato un top di gamma.  Compatibile con i principali sistemi operativi, connessione tipo Cordless USB, sensore Invisible Laser (Darkfield), durata batteria stimata 30 giorni, tempi di carica 4.5 ore. Altre chicche che potrebbero farti piacere:
  • Darkfield Laser Tracking: precisione assoluta su più tipo di superfici, anche in vetro
  • Batteria ricaricabile direttamente collegando il mouse al pc
  • Possibilità di multi scrool: sia veloce in alto e in basso che a destra e sinistra (ottimo per lavorare anche con zoom)
  • Mouse completamente ergonomico
  • Presenza dei tasti “avanti”, “indietro” e zoom dalla parte del pollice per risparmiare tempo per le nostre operazioni grafiche (personalizzabili con software Logitec).
Acquista ora (111,21 euro)

3Dconnexion CadMouse 3DX – circa 128 euro

Stiamo parlando veramente del top. Se vuoi fare grafica in maniera professionale dovresti considerare una soluzione del genere. Ecco le specifiche che elevano a top di gamma questo prodotto:
  • Mouse studiato per la massima ergonomia
  • Struttura esterna completamente in acciaio di colore nero satinato
  • Presenza di un tasto centrale, oltre la rotella, per premere invio (il tasto può essere programmato per altre funzioni)
  • Nascendo per le esigenze degli utenti CAD, sul fianco sono presenti delle frecce che danno la possibilità di zoommare direttamente (questa funzionalità non sostituisce ma integra il lavoro della rotellina)
  • Sensore laser di ultima generazione: 8200 DPI e una frequenza di 1000HZ assicura la massima precisione per i propri lavori
  • 7 pulsanti programmabili
  • Utilizzo di materiali sul fondo del mouse che garantiscono la massima aderenza e percorribilità su qualsiasi tipo di superficie.
Il prezzo attuale su Amazon è 128 euro. Nonostante possa sembrare altino, si tratta veramente di un ottimo prodotto. Acquista ora (128,99 euro)

Categoria 2: Mouse verticali per fare grafica

Mouse Verticale, TeckNet Mouse Ergonomico Wireless 2000 DPI –  Circa 16 euromouse verticale

Mouse ergonomico, permette una sana posizione del braccio e del polso e un grip di assoluta qualità. Risoluzione ottica DPI fino ad un massimo di 2000, garantendo una sensibilità di tracciamento unica. Il suo vantaggio principale è il prezzo irrisorio. Acquista ora (14,99 euro)

Anker Mouse Verticale per la grafica – Circa 20 euro

Anker Mouse Verticale
Sei uno a cui piacciono le cose strane? Allora ti consiglio questo mouse verticale della AnkerDirect, compatibile con tutti i sistemi operativi. Il prezzo è veramente competitivo, pari a 20 euro.
In questo modo sei libero di provarlo senza spendere un’esagerazione e capire se fa al caso tuo o meno. Ma passiamo subito alle caratteristiche tecniche: Si tratta di un mouse ergonomico verticale, risoluzione ottica fino a un massimo di 1600 DPI. Disponibilità di tasti “successiva-precedente” per muoversi con agilità tra documenti, file e pagine web, entra in modalità risparmio energetico dopo 8 minuti in cui non viene utilizzato.  Infine nella scatola in cui è venduto sono presenti il trasmettitore e le pile di ricarica del mouse. Anche qui: si tratta di un prodotto piuttosto economico. Acquista ora (19,99 euro)

Logitech MX Vertical Mouse, concentrato di potenza ed ergonomia a 115 euro

logitech-mouse-verticale Sarebbe impossibile al momento trovare un mouse verticale migliore di questo Logitech. Una vera garanzia di ergonomia, precisione ed affidabilità. I motivi? In primis, la cosa figa è che Logitech ha testato questo prodotto su moltissime persone prima di farlo uscire in commercio. Nonostante la fase di testing sia consuetudine ormai prima del lancio dei prodotti, in questo caso si è fatto uno step successivo, abbiando studi anatomici e fisiologici delle braccia e mani delle persone insieme a osservazioni in profondità di utilizzo del prodotto. La configurazione del mouse permette una riduzione dell’attività muscolare del 10% rispetto ai classici mouse. Garantisce una posizione del polso naturale, e il pollice è posizionato sull’apposito supporto esterno. Altre caratteristiche tecniche che ti faranno piacere sono:
  • Tracciamento ottico avanzato tramite sensore da 4000 DPI (regolabile)
  • Peso di soli 132 grammi
  • Compatibile con Windows e Mac
  • Utilizzo in continuità per 4 mesi con una carica completa.
Il prezzo è veramente interessante, se non l’hai ancora fatto ti invito ad acquistare subito questo prodotto che a mio parere è una delle migliori soluzioni per fare grafica presenti sul mercato in questo momento. Acquista ora (114,99 euro)

Categoria 3: Mouse con trackball

Logitech M570 Mouse con Trackball – Circa 40 euro al momento

logitech m570 Uno dei mouse più apprezzati sui principali rivenditori online, pensa che su amazon tocca le 1000 recensioni (4.5 stelle di media). Si tratta del mouse Logitech M570 Mouse con Trackball. Peso piuttosto consistente, 142 g ma considera che il mouse con trackball si utilizza da fermo. Colore argento blu, tecnoclogia del sensore laser con una risoluzione pari a 540. 5 pulsanti programmabili, durata della batteria di 18 mesi(!!), tecnologia di connettività wireless, compatibile con i principali sistemi operativi. Veramente consigliato per chi ha esperienza nell’uso della trackball. La particolarità più menzionata dal suo utilizzo degli utenti online è l’assoluta naturalità e assenza di fastidio nel suo utilizzo. Quindi si tratta del mouse ergonomico migliore per quanti combattono con problemi come tunnel carpale o tendiniti. Acquista ora (44,48 euro)

Logitech MX Ergo Wireless Trackball Mouse – Circa 84 euro

Probabilmente uno dei migliori mouse con trackball in circolazione.
Completamente focalizzato sull’ergonomia. Sul sito della Logitech viene presentato come il prodotto in grado di ridurre maggiormente il dolore da sforzo muscolare. Le caratteristiche che lo distinguono sono:
  • Compatibile con i principali sistemi operativi
  • Base regolabile fino a un massimo di 20° per raggiungere una postura ergonomica ai massimi livelli
  • Tracciamento ottico e pulsante per impostare con precisione la velocità del puntatore
  • Rotellina del mouse cliccabile in grado di garantire la massima precisione nello scorrimento
  • Mouse utilizzabile con cavo, Wireless o Bluetooth, ricarica veloce
  • Valore minimo e massimo DPI: da 320 dpi a 440 dpi
  • 8 pulsanti programmabili tramite software.
Uno strumento avanzato per chi ha utilizzato in passato la trackball e vuole passare a un livello di precisione ed ergonomia superiore. Il prezzo corrente su Amazon è di circa 84 euro, scontato da 110. Acquista ora (84,90 euro)

Mouse per grafica, in conclusione

Siamo giunti alla fine di questo lungo articolo dedicato ai migliori mouse per fare grafica professionale. Nell’articolo hai scoperto:
  • I differenti tipi di mouse in circolazione
  • Quali caratteristiche devi tenere in considerazione per sceglierne uno top
  • Quali sono i migliori mouse presenti sul mercato oggi.
Per i mouse verticali e con trackball ho preferito inserire poche versioni, questo perché rappresentano alcune delle migliori scelte in circolazione, hanno prezzi competitivi e sono adatti a tutte le fasce di skills: principianti e professionisti. Nel corso del tempo amplieremo questa lista con le migliori soluzioni disponibili. E tu, che mouse usi per fare grafica? Fammelo sapere nei commenti. Alla prossima!

Discussione: