Le guide per designer di Grafigata

Gli articoli di grafica più approfonditi e dettagliati che ci siano! Che hanno reso Grafigata il sito web di riferimento per la grafica in Italia 😉

Le guide su Design e progettazione

I 6 principi fondamentale del graphic design large

I 6 principi fondamentali del graphic design

Una delle domande che più spesso viene fatta dai giovani designer che vogliono migliorare e da chi si sta approcciando alla grafica è "come posso migliorare come graphic designer?". Ed è una bella domanda. Io stesso me la sono fatta più volte. E continuo a farmela, spinto dalla curiosità (la caratteristica più importante per un designer). Per rispondere, mi piacerebbe riflettere su come tutti noi abbiamo imparato a scuola materie complesse come la matematica o le lingue straniere. La prima cosa che si fa, quando si approccia una nuova lingua o una nuova materia è impararne le basi. Recentemente ho pian piano ricominciato a imparare il Francese, come sfizio personale, e ho ovviamente cominciato studiando cose come i nomi, i pronomi, i numeri, la pronuncia e la struttura della frase. Insomma mi sono concentrato sulle basi. La stessa cosa è con il graphic design. Uno non nasce graphic designer, ci…

guida per designer sezione aurea

Guida per designer alla sezione aurea

Hai mai sentito parlare della sezione aurea? Vuoi sapere perché è qualcosa che ogni designer dovrebbe conoscere ed utilizzare? Questo articolo vuole essere una guida completa e definitiva a uno dei più potenti strumenti di ogni buon designer. Ti spiegherò che cos'è la sezione aurea, da dove cavolo spunta fuori e, soprattutto, come usarla per la grafica e il design attraverso esempi, esperienze, consigli e risorse. Ok, sei pronto? Allora, procediamo! Come avrai capito, questo articolo parla di quel particolare rapporto matematico che prende il nome di Sezione aurea ma anche di Rapporto aureo (in inglese Golden ratio, il nome più comune), Numero aureo, Costante di Fidia e addirittura Proporzione divina. Si, ok, Lorenzo, mi fa piacere questo sfoggio di sinonimi però arriviamo al dunque, che diavolo è sta sezione aurea?? Il mio alter ego ha pienamente ragione, non perdiamo tempo e diamo un po' di informazioni importanti. Partendo da quella…

come usare le griglie grafiche

Come usare le griglie nel graphic design

Vuoi sapere come impostare nel modo migliore un qualsiasi progetto di grafica? Conoscere per bene uno dei concetti alla base di tutto il graphic design? Insomma, vuoi capire come utilizzare le griglie grafiche? In questo articolo voglio trattare il tema delle griglie grafiche nel dettaglio, attraverso regole, esempi utili e risorse per la progettazione da poter scaricare e salvare sul tuo computer. Ti parlerò di quanto le griglie siano necessarie per la costruzione di qualsiasi progetto di grafica, dell'aestethic-usability effect e di come costruire una griglia in modo armonioso. Dai, partiamo che c'è tanto di cui parlare! Innanzitutto, parto con una semplice definizione. Che cosa sono le griglie grafiche? Una griglia, o gabbia, è, sostanzialmente, una suddivisione dello spazio di lavoro tramite linee verticali ed orizzontali volta ad organizzare gli spazi e delimitare gli elementi che andranno a comporre un progetto. Andiamo più nello specifico, cercando di capire perché è…

Correzioni ottiche nel graphic design

Correzioni ottiche nel graphic design

Hai mai notato come spesso nel graphic design, magari in alcuni font o in alcuni progetti di logo design, ci siano degli elementi che non sono allineati perfettamente in modo geometrico? Elementi che dovrebbero avere la stessa altezza, che sembrano avere la stessa altezza ma che, se osservati meglio, magari con l'aiuto delle griglie, non hanno per niente la stessa altezza. O dimensione, spessore, larghezza, peso, eccetera. Magari non te ne sei mai accorto o magari invece ci hai già riflettuto sopra più di una volta. In ogni caso tutto ciò è dovuto alle cosiddette correzioni ottiche. Ma cosa sono le correzioni ottiche? Perché sono così importanti nel graphic design e perché, per chi ha l'occhio ben allenato, sono elementi che garantiscono una buona o una cattiva qualità progettuale nel design? Questo articolo vuole essere una guida unica e senza alcun paragone con niente che tu possa trovare cercando su Google (anche…

Cos'è la gestalt largo

Cos’è la Gestalt e come applicarla al design

Nel mondo del design, viene spesso detto che l'importante non sia il singolo elemento ma come quel singolo elemento si rapporti a ciò che lo circonda, e come viene percepita la totalità degli elementi dall'osservatore. Questa considerazione è alla base di quella che viene definita teoria o psicologia della Gestalt. Gestalt che? Ma Lorenzo che parole usi?? Sembra uno scioglilingua! In effetti gestalt è una parola tedesca che in italiano assume il significato sia di "forma" che di "rappresentazione". La teoria della gestalt ci aiuta infatti a capire come mai alcune forme, appunto, vengono percepite più o meno armoniose ed equilibrate di altre. Più belle, insomma! Ma procediamo con ordine comprendendo bene cos'è la gestalt e qual è la sua psicologia e le sue regole. Cos'è la Gestalt? La psicologia della gestalt è una teoria di pensiero e corrente psicologica nata tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento in Germania sviluppatasi…

Differenza tra raster e vettoriale

Grafica digitale: differenza tra raster e vettoriale

Molto spesso, quando si parla di grafica, o di graphic design, non si ha bene in testa di cosa si stia parlando. Sostanzialmente la grafica è un settore della produzione artistica che si occupa di creare elementi e prodotti per la comunicazione visiva che è la trasmissione di un messaggio attraverso un'immagine. La grafica, intesa come produzione di immagini, trae le sue origini in Johannes Gutenberg, orafo ed inventore tedesco che nel 1455 inventò la stampa a caratteri mobili. Essa consisteva sostanzialmente nell'allineare i singoli caratteri metallici, precedentemente costruiti, fino a formare una pagina, cospargerli di inchiostro e poi pressarli su un foglio di carta. Questa invenzione fu talmente importante che molti storici fanno risalire a questo evento e a questa data l'inizio della modernità. Ma di tipografia ne parlo più approfonditamente qui. Si va bene Lorenzo grazie per la lezione di storia ma veniamo al dunque, và! Il mio alter ego ha…

Spazio bianco nella grafica

Lo spazio bianco nella grafica, perché è così importante?

Chi mi conosce già, sa bene che sono una persona molto ordinata. Sia per come gestisco i progetti, per l'organizzazione dei miei file o dei miei livelli su Illustrator, eccetera. Poi vabbè, arrivo a casa e butto tutti i miei vestiti alla rinfusa sul letto e vanifico ogni progetto di rimanere ordinato! Ma, comunque sia, l'ordine, nel graphic design, è un elemento molto importante da sfruttare. Che sia la struttura di un sito web o l'impaginato di una brochure, tutto nel mondo della grafica ha bisogno di avere determinate posizioni e un ben preciso ordine. Quello che dà ordine in un elemento grafico o in una serie di elementi, oltre, ovviamente, ad allineamenti e griglie, è il cosiddetto spazio bianco. Prima di approfondire il termine di spazio bianco, vorrei soffermarmi un attimo sull'importanza che ha la comunicazione visiva e sulla sua responsabilità di far arrivare il giusto messaggio all'utente. Ogni pubblicità, sito web…

Cose indispensabili per un designer

11 cose indispensabili per un graphic designer

Ogni mestiere, che sia quello del designer, dell'architetto o del cuoco, ha il suo set di strumenti necessari. Ma quali sono gli strumenti più importanti per un graphic designer? Che cosa usa un grafico per fare bene il suo lavoro? So bene che, se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente sei già un graphic designer e sai già benissimo quali sono gli strumenti e le cose indispensabili con cui si lavora in questo mestiere. Ho quindi voluto incentrare questo articolo su quelli che sono gli strumenti, le "cose" che utilizzo IO per fare grafica. Ti racconterò, quindi, quali sono, nella mia attività di graphic designer e blogger le cose assolutamente indispensabili per lavorare. Si vabbé, Lorenzo, ma a me cosa dovrebbe fregarmene di quali strumenti utilizzi? Saranno gli stessi miei no? E in parte hai ragione, per questo questo articolo non si riduce ad essere un futile elenco di strumenti da designer…

Design Thinking

Che cos’è il design thinking

Vuoi sapere qual è uno dei processi creativi più efficaci che ti permette di ottenere i risultati più creativi e dinamici nei tuoi progetti? In questo articolo voglio mostrarti cosa sia il design thinking e farti capire perché, ponendo al centro l'utente nei tuoi progetti, questi progetti raggiungano una qualità che nemmeno ti aspetti! Pronto? Cominciamo dai. Per poter parlare del cosiddetto design thinking e darne una definizione, bisogna prima ragionare sul termine inglese "design". Nonostante la parola "design", in inglese, venga quasi sempre utilizzata per indicare un oggetto o un prodotto finito, il suo significato più completo è quello che comprende l'intero processo creativo. Un verbo, quindi, "to design", e non un nome. Il design è tutta quella serie di azione di problem solving, che portano a risolvere un problema con la creatività, con un'idea. C'è molta confusione attorno alla definizione di design thinking, così come c'è confusione nella…

Le guide su Logo design e branding

guida al logo design come creare logo

Creare un logo. La guida completa di Grafigata al Logo design

Creare un logo. Chi è che ha bisogno di un logo? Semplicemente ogni azienda sul pianeta Terra. E chi si occupa di creare un logo? Tu, graphic designer. Questo articolo vuole essere un modo per condividere tutto quello che so sul creare identità aziendali. E se tu, da graphic designer, come me, sei sempre interessato a migliorare le tue conoscenze e competenze, allora amerai questo articolo. Questa guida al logo design è presentata da Logo-Hero, il gruppo sul logo design e (a brevissimo) il corso più completo su come creare un logo. Puoi accedere gratis al gruppo privati, cliccando qui. Ma chi sono e per quale motivo dovresti ascoltare i miei consigli? Sono Lorenzo Miglietta e ormai da 3 anni ho creato Grafigata.com, il blog su cui stai leggendo queste righe, con l'obiettivo di condividere conoscenze, ispirare altri designer e sprigionare creatività. Nel tempo, Grafigata è diventato uno dei siti web…

come-scegliere-il-colore-per-un-logo

Come scegliere il colore di un logo?

Ti sei mai chiesto come fare decidere quale sia il colore giusto per il logo della tua azienda? Oppure come scegliere il colore ad un logo a cui stai lavorando come designer? Allora questo articolo è scritto proprio per te. Per aiutarti a comprendere l'importanza di questa scelta e tutto quello che sta dietro la psicologia dei colori. Iniziamo prima di tutto parlando dell'importanza del logo. Un logo di un'azienda, infatti, ne rappresenta la sua essenza, i suoi valori che quell'azienda (o determinato prodotto od organizzazione) vuole trasmettere ai suoi clienti. È pertanto essenziale saper progettare un logo originale che aiuti l'azienda (o una singola persona) a vendere meglio se stessa e i suoi prodotti. Fondamentali sono la scelta di un font e/o di un'immagine che rappresenti appieno lo spirito aziendale, ma spesso si sottovaluta l'importanza di una giusta scelta del colore per un marchio. Perché è così importante scegliere il giusto colore…

come-progettare-logo

Come progettare un logo (12 consigli per designer)

Il logo, un elemento centrale nel mondo del graphic design. Ogni giovane studente di grafica sogna di progettarne uno. Ogni graphic designer di esperienza continua a divertirsi anche dopo centinaia di progetti. Sapere come progettare un logo di qualità è un processo molto complicato e che richiede esperienza e competenze ben definite. Ti sarà capitato un sacco di volte di vedere un logo incapace di trasmettere bene il messaggio di un'azienda, un logo progettato male e che non raggiunge la giusta funzionalità. Questo perché molte volte si dimentica di applicare le giuste regole. Si svolge un progetto saltando dei passaggi fondamentali. Questo articolo vuole proprio essere una guida alla progettazione di un logo attraverso 12 consigli pratici che ti potranno essere utili nella tua carriera per arrivare a progettare un logo che ti renda soddisfatto non solo per il bonifico a tuo favore ma anche per la qualità del progetto che…

Quali file di un logo servono al cliente

Guida per designer alla gestione dei file di un logo

Hai appena concluso un progetto di logo design? Magari il cliente ha pure dato il suo OK definitivo e vuole procedere per la stampa dei vari materiali pubblicitari? Beh, a questo punto, allora, basta mandare il file e bom, sei a posto no? Beh, in verità, tutto dipende da quanto vuoi che sia professionale e di qualità la resa del tuo progetto finale. Un modo per rendere ancora più professionale il proprio progetto è una buona gestione dei file di un logo nel momento della consegna. La gestione dei file d'esportazione e di lavorazione di un logo è un momento estremamente importante nel processo di logo design (del quale puoi leggerne le regole principali in questo articolo). Come sai, un logo può essere utilizzato in una marea di modi differenti: in piccole o grandi dimensioni, su schermo, come icona di un'app, inciso nel legno o stampato su carta o altri supporti.…

Come e perché creare una versione bianca di logo

Perché creare una versione bianca di un logo (e come farlo)

Ti è mai capitato di notare come uno stesso logo o icona, sembra avere una dimensione diversa a seconda del colore e dello sfondo che si usa? Cioè, se il logo è in bianco su sfondo colorato, sembra più grande. Ci hai mai fatto caso? In questo articolo ti spiego come mai, quale fenomeno c'è dietro e come progettare, quindi, un logo nella sua versione bianca. Iniziamo! In un mio precedente articolo mi sono chiesto se un logo debba per forza funzionare anche in bianco e nero. So già che non ti andrai a leggere tutto l'articolo, vero? Quello che ci serve sapere qui, però, è la conclusione dei miei studi e ragionamenti in quell'articolo. La risposta è che no, non è obbligatorio che un logo funzioni in bianco e nero, a parte alcuni specifici utilizzi (quotidiani, vetrofanie, ecc). Quel che è importante è che il logo sia flessibile. Per logo…

Un logo deve funzionare in bianco nero

Un logo deve funzionare in bianco e nero?

I designer che, come me, si occupano della progettazione di loghi, nel tempo, hanno sempre saputo che un logo deve funzionare in bianco e nero per essere efficace. Se non funziona in bianco e nero, non funziona al cento per cento. Ma è proprio così? Questo articolo vuole essere una risposta completa ed esaustiva alla domanda: un logo deve funzionare in bianco e nero per essere un buon logo? Risposta breve: no, non per forza. Però dipende dal logo, dal contesto e da un po' di altre cose. La risposta lunga è, ovviamente, il resto dell'articolo in cui ti andrò a parlare di quando un logo deve o non deve funzionare per forza in bianco e nero e di come si fa a farlo funzionare. Quali accorgimenti si usano per rendere un logo efficace anche nella versione monocromatica? E il nuovo logo di Instagram allora? E le sfumature? Andiamo con ordine…

Come creare un logo personale

Creare un logo personale e trasformarsi in un brand

Sei un creativo? Un designer, un graphic designer? Allora sicuramente sei interessato a come poter promuovere te stesso, i tuoi lavori e la tua attività, vero? Sei curioso di sapere qual è uno dei punti di partenza per farlo? Curare al meglio la tua immagine. A partire dal logo. Questo articolo, l'avrai intuito dal titolo, vuole essere una guida alla creazione di un logo personale. E per logo personale intendo un logo che parli di te, che sia tuo. In pratica, si tratta di trasformare te stesso in un brand, in qualcosa da vendere. Vendere se stessi non deve essere considerata una cosa negativa (mica ho detto svendere!), anzi! È quello che in fin dei conti si fa molto spesso: ogni qual volta si interagisce con qualcun altro e si vuole fare bella figura, ci si comporta un po' come dei venditori di se stessi. Ignorare il marketing significa ignorare una parte…

creare-un-logo-in-7-giorni

Come creare un logo in 7 giorni

Progettare un logo è una cosa seria. No, davvero! Ci vuole tempo, dedizione, ricerca, prove stropicciate e buttate via, passeggiate per ritrovare l'ispirazione, ore passate a spostare punti di ancoraggio di Illustrator e molto altro. Generalmente per completare un progetto di logo design non ci metto mai meno di 20 giorni. In questo video ho voluto fare un esperimento e sfidare me stesso. Ho voluto provare a progettare un logo in soli 7 giorni, dal design brief alla presentazione del logo al cliente. Per farlo ho inventato da zero una possibile azienda cercando di simulare una richiesta complicata da parte di un ipotetico cliente. Questa azienda fittizia (non esiste davvero) si chiama Material Fabric e si tratta di un'azienda che produce abbigliamento alla moda utilizzando tessuti ad alta tecnologia. Tessuti idrorepellenti, ignifughi e resistenti un po' a tutte quelle cose che solitamente danneggiano i tessuti più comuni. Iscriviti al canale!…

Che cos'è un brand manual

Cos’è un brand manual e come si sviluppa

Vuoi sapere qual è modo migliore per presentare il tuo logo e allo stesso tempo renderlo inattaccabile da qualsiasi utilizzo? Questo articolo vuole essere una preziosissima guida al brand manual, uno strumento importantissimo per ogni designer. Allora, iniziamo? Negli ultimi articoli ho parlato di come si possa creare un logo efficace, ad esempio scegliendo il giusto colore, e di come sviluppare una potente immagine coordinata attorno ad esso. Lo strumento principale per illustrare e spiegare all'azienda come il logo e la sua immagine coordinata funzionano e prendono forma è il cosiddetto brand manual, il manuale del brand, del marchio. In inglese vengono spesso utilizzati i termini brand guide e brand bible. Il secondo termine, la bibbia del brand, personalmente mi fa gasare un sacco perché ha un significato perfetto: quello che c'è scritto è tutto quello che, in modo dogmatico (per rimanere in tema), deve succedere al logo e a tutto…

Le guide su Font e tipografia

Come scegliere un font

Come scegliere un font – la guida completa

Quante volte ti sei trovato nella situazione di dover decidere quale font usare? Quante volte ti sei messo a cercare il font più adatto al tuo progetto scorrendo per ore la tendina dei font, frugando tra le centinaia di caratteri che hai scaricato o acquistato? Vuoi sapere come poter scegliere un font che sia perfetto per il tuo progetto? Allora questo è l'articolo che stavi cercando. Questo articolo è una guida alla scelta del font più adatto al tuo progetto. Ti aiuterà in quei momenti in cui scorrere la tendina dei font di Illustrator o Word sembra la sola ed unica speranza. Questa è di gran lunga la guida più letta d'Italia sulla scelta di un font. Da quando l'ho scritta, ha aiutato più di 65.000 designer (e non) a comprendere meglio il mondo dei font e della tipografia. Dopo la lettura di questo articolo avrai sicuramente le idee più chiare…

Come abbinare i font

Come abbinare i font (guida per designer)

Scegliere un font è un processo complicato e richiede un'attenta analisi del tuo progetto. Ma sapere come abbinare i font può essere ancora più difficile. Quante volte ti sei trovato nella situazione di dover scegliere una coppia di font (o di più) e hai iniziato a scorrere a casaccio la tendina dei font? Sei curioso di sapere alcuni metodi per riuscire a combinare font nel modo migliore? In questo articolo ti voglio dare una serie di consigli utili e testati personalmente da me e da molti designer affermati nel mondo su come accoppiare i font. Troverai consigli sia per chi è alle prime armi con la tipografia, sia per i "ninja" ovvero per coloro che hanno già conoscenze approfondite in merito. Si comincia! Molto spesso si sottovaluta l'importanza di una buona scelta del font ma, come ho spiegato bene in questo articolo su come scegliere il font più adatto, uno…

Come scegliere la dimensione giusta di un font

Come scegliere la dimensione giusta di un font (in qualunque occasione)

Come scegliere la dimensione più adatta di un font in ogni situazione? Quando si inseriscono testi su un sito web o su una brochure, che dimensioni usare? E su un biglietto da visita? E in una app per smartphone? Questo articolo è una vera e propria guida in risposta a tutte queste domande e a questi dubbi di molti designer tutti i giorni. Se hai letto la mia guida su come scegliere un font, sai bene quanto sia fondamentale la scelta del carattere tipografico per la riuscita di un progetto. Spesso, però, è altrettanto importante l'uso che se ne fa. Ovvero, tra le altre cose, la dimensione che si utilizza. In certi casi, è sempre bene prendere gli standard di riferimento del settore per la scelta della dimensione dei caratteri in un progetto di design. Tuttavia, in certe occasioni, gli "standard" ti portano ben lontano da una buona qualità progettuale. Prima di…

Come funzionano le licenze dei font

Come funzionano le licenze dei font?

Ogni volta che si scarica o si compra un font e poi lo si usa, bisogna stare attenti alle licenze. Come funzionano le licenze dei font? In che modo si può usare un font di cui si ha una licenza? Che tipo di licenze ci sono? Il cliente deve comprare a sua volta il font (e la licenza)? Ho voluto scrivere questo articolo, questa guida alle licenze dei font, per chiarire tutti questi aspetti e spiegare bene come funziona tutto ciò. Allora, innanzitutto dobbiamo chiarire che font non vuol dire carattere tipografico, il font, nell'ambito informatico, è il file con cui il carattere tipografico viene rappresentato su schermo e con cui si può lavorare e creare elaborazioni grafiche. Il font, quindi, è come se fosse un software. Ed è di proprietà dell'azienda, della fonderia, che ce ne concede l'uso tramite licenza. Quando si acquista un font, quindi, non si diventa…

Cos'è la tipografia

Cos’è un font? La tipografia, spiegata bene

Dopo aver parlato tanto di grafica, comunicazione visiva e impaginazione, oggi trovo giusto parlare di quelli che sono indubbiamente tra gli attori principali nel mondo del graphic design: i font. In particolare vorrei far capire bene che cos'è un font e quali sono le basi e la storia della tipografia. Il dizionario definisce tipografia come l'insieme delle attività e delle tecniche di stampa, in particolare mediante l'uso di caratteri mobili in rilievo che vengono bagnati di inchiostro e applicati alla carta bianca, su cui lasciano l'impronta. Questa definizione di tipografia ti sembra vecchia? Beh, in effetti, lo è, ma prima di partire in quarta e arrivare a sapere cos'è un font e com'è fatto, bisogna fare... Un po' di storia La moderna grafica risale al XV secolo, in particolare al 1456, anno in cui Johann Gutenberg invento la stampa a caratteri mobili. Essa consisteva sostanzialmente nell’allineare i singoli caratteri metallici, precedentemente costruiti, fino a formare una pagina, cospargerli…

Le migliori combinazioni di font l

Le migliori combinazioni di font (e la loro storia)

Se fino a questo momento, quando sceglievi una coppia di font, lo facevi più o meno a casaccio, dopo aver letto questo articolo non lo farai mai più. In questo articolo ti voglio parlare di combinazioni tra font. Cosa rende una combinazione tra due font efficace? Ma, soprattutto ti voglio semplificare la vita rispondendo alla domanda: quali sono le migliori combinazioni tra i font? In passato, qui su Grafigata, ho scritto quelli che sono gli articoli di font e tipografia tra i più letti in Italia. Ti ho parlato di come scegliere un font per il tuo progetto e di come abbinare più font tra loro. Ti ho anche parlato di quelli che sono i font che i designer amano di più. E infine, ho anche scritto il corso online per designer Font-Ninja: il primo corso per designer sui font e sulla tipografia. Che ha insegnato le strategie avanzate sui…

come scegliere dimensioni font sito web

Come scegliere le dimensioni dei font sui siti web

Qual è la dimensione giusta dei caratteri su un sito web? Come scegliere le dimensioni dei font sul proprio sito o su quello su cui si sta progettando? È vero che basta mettere testi di corpo 16 pixel e tutto va bene? Questo articolo vuole provare ad essere una risposta attuale a queste domande e a questi dubbi. Scegliere le dimensioni del testo, il body text, di un sito web è infatti uno degli aspetti più importanti dell'intera progettazione del sito stesso. Sia che si tratti di decidere che dimensione devono avere i caratteri negli articoli del tuo blog o della tua homepage o del sito o template a cui stai lavorando come web designer. In questo articolo ti parlerò del perché la maggior parte dei siti web ha testi troppo piccoli, di quali sono i benefici di alzare gli standard delle dimensioni dei font e di come gestire e…

Le guide su Web design e UI/UX design

Come migliorare l'usabilità

Come migliorare l’usabilità di un sito web

Poco tempo fa ho letto il libro "Don't make me think" di Steve Krug. Sottotitolo del libro: "un approccio di buon senso all'usabilità web e mobile". L'ho letto in un giorno e mezzo da tanto mi ha entusiasmato. L'ho trovato talmente bello e utile che l'ho dovuto assolutamente inserire tra i 9 libri che ogni designer dovrebbe leggere. Questo libro è un vero e proprio classico che dal 2000 (anno della prima edizione) ad oggi ha aiutato centinaia di migliaia di web designer e sviluppatori a capire come migliorare l'usabilità di un sito web, che cosa sia l'usabilità e perché è importante. Una volta letto questo libro, ho quindi pensato di scrivere un articolo a riguardo qui su Grafigata! Partendo dai temi affrontati da Steve Krug sul come sfruttare l'usabilità, ho scritto questa guida su come si possa migliorare l'usabilità di un sito web. E quando dico migliorare l'usabilità di…

Flat design e Scheumorfismo

Flat design e Scheumorfismo spiegati bene

Se negli ultimi anni sei vissuto nello stesso mondo in cui sono vissuto io, sicuramente hai assistito (magari in modo inconsapevole) allo "scontro" tra lo scheumorfismo e il flat design. Se la tua reazione alla precedente affermazione è stato un qualcosa del tipo "scheu-che-coooosa?" allora sei sicuramente nel posto giusto. In questo articolo voglio spiegare per bene che cos'è lo scheumorfismo, che cos'è il flat design e perché se ne parla e soprattutto perché se ne parla come due cose "in lotta" tra loro. Se invece ne sai già qualcosa voglio partire con un piccolo indovinello: osserva le due immagini qui sotto e dimmi quale di queste interfacce grafiche di una app calcolatrice è scheumorfica? Se la tua risposta è stata ancora una volta "scheu-che-coooosa?" (però questa volta con più insistenza) tranquillo, tra poco ti spiego bene tutto. Se invece hai risposto "vabbè, facile! Quella a destra!" mi spiace dirti…

Cos'è il material design

Che cos’è il material design

Vuoi conoscere meglio una delle tendenze più in crescita nel mondo del design? Quello che è a tutti gli effetti un vero e proprio linguaggio di design? Vuoi sapere, insomma, che cos'è il material design e da dove nasce? In questo articolo ti voglio parlare appunto del Material Design, di che cosa esso sia, da dove nasce e come viene applicato. Se già ne sai qualcosa vedrai che riuscirò comunque a stupirti con contenuti interessanti, se invece non ne sai nulla, allora hai una marea di informazioni da scoprire! E allora, dai! Procediamo! Allora, ti dico subito che c'entra Google in tutto ciò. C'entra Google proprio perché il material design è il linguaggio con cui Google, nel corso dell'ultimo anno, ha declinato la grafica di tutti i suoi prodotti, da Gmail fino al nuovissimo sistema operativo mobile Android Lollipop. Il material design nasce innanzitutto in contrapposizione e allo stesso tempo…

come scegliere dimensioni font sito web

Come scegliere le dimensioni dei font sui siti web

Qual è la dimensione giusta dei caratteri su un sito web? Come scegliere le dimensioni dei font sul proprio sito o su quello su cui si sta progettando? È vero che basta mettere testi di corpo 16 pixel e tutto va bene? Questo articolo vuole provare ad essere una risposta attuale a queste domande e a questi dubbi. Scegliere le dimensioni del testo, il body text, di un sito web è infatti uno degli aspetti più importanti dell'intera progettazione del sito stesso. Sia che si tratti di decidere che dimensione devono avere i caratteri negli articoli del tuo blog o della tua homepage o del sito o template a cui stai lavorando come web designer. In questo articolo ti parlerò del perché la maggior parte dei siti web ha testi troppo piccoli, di quali sono i benefici di alzare gli standard delle dimensioni dei font e di come gestire e…

wp-header-logo-3.png

Semi-Flat design: La nuova tendenza del graphic design?

Negli ultimi mesi si è iniziato a parlare sempre di più, su blog di grafica americani e siti tematici, del Semi-Flat Design o Almost-Flat. In italiano traducibile in Quasi Flat o SimilFlat. Ma che cos’è? Per spiegartelo meglio ho bisogno di raccontarti cos'è successo nel mondo del design negli ultimi 10 o 20 anni. Ho bisogno di raccontarti la storia recente del graphic design. Una storia che coinvolge centinaia di designer e anche, soprattutto, qualche azienda hi-tech come Apple, Microsoft e Google. Per approfondire: Cosa sono il Flat design e lo Scheumorfismo Che cos'è il Material design Inizia tutto dallo Scheumorfismo Questa storia inizia con lo Scheumorfism e con il suo arrivo a gamba tesa nel mondo del design verso gli anni 2000. Scheumorfismo è un termine che deriva dal greco ed indica un ornamento fisico o grafico apposto su un oggetto allo scopo di richiamare le caratteristiche estetiche di…

Le guide su Creatività ed ispirazione

caratteristica-fondamentale-graphic-designer

La caratteristica più importante per un designer

In giro per il web è pieno di articoli in cui vengono elencate quelle che devono essere le caratteristiche che ogni graphic designer dovrebbe avere, le cose che un designer dovrebbe fare, i comportamenti che dovrebbe tenere e una sfilza di altri articoli di questo tipo. Però, alla fine, tutte queste opinioni, questi punti di vista, questi articoli, sono riconducibili ad una sola caratteristica. Quella che secondo me è la caratteristica più importante per un designer, quell'aspetto fondamentale che spesso porta alla riuscita o meno di un progetto ma anche di un'intera carriera lavorativa. Come dici? Creatività? No, non è quello a cui mi riferisco. La creatività non è una caratteristica. La creatività è qualcosa che non è insita per natura in una persona. La creatività può essere sviluppata, coltivata e incanalata all'interno di un progetto. Può essere aumentata e chiunque abbia passato un brutto periodo sentimentale o lavorativo sa perfettamente di…

Non arrenderti mai

Non arrenderti mai

Uno dei problemi più grandi da affrontare per tutti noi, designer ma non solo, è la mancanza di motivazione in quello che si fa. È l'affrontare quei momenti di frustrazione in cui magari non ci sembra possibile poter raggiungere gli obbiettivi che ci siamo posti. Però è proprio quando viene voglia di mollare tutto che secondo me il nostro destino viene deciso. Seee vabbè Lorenzo, ma di cosa cavolo stai parlando? Torna un po' sulla terra và! Beh però è vero. In base a come si affrontano i momenti di difficoltà ci si forgia o si affonda! Com'era quel detto? Quel che non ti uccide ti fortifica, no? E in fondo ci siamo passati tutti in momenti di scarsa motivazione o di frustrazione. Io per primo. L'università in certi momenti, ad esempio, sembra esser fatta apposta per frustrarti. Questo articolo vuole essere un promemoria da salvare tra i tuoi segnalibri o tra i preferiti e…

Ritrovare la creatività

Ritrovare la creatività: 3 cose da fare subito

Come ritrovare la creatività nei momenti in cui sembra impossibile creare qualcosa? Come trovare l'ispirazione per fare qualcosa? Questa è una domanda che un designer si fa tantissime volte, di continuo. Specialmente nei periodi difficili della vita lavorativa o personale. In questo esatto momento, mentre sto scrivendo queste parole, ne vengo da alcuni giorni così. Giorni in cui non sono riuscito a creare molto. In cui ho procrastinato. In cui ho fatto meno di quello che avrei potuto e dovuto fare. E proprio in questo momento ho deciso di smetterla di rimandare e di iniziare a fare, scrivendo quest'articolo. Ma prima di farlo, ho cercato di fare una sorta di auto analisi del perché mi sia ritrovato per giorni senza idee e anche un po' demotivato. La prima cosa da fare, quando non vengono idee, quando non si trova la creatività, è infatti cercare di comprendere le motivazioni del problema.…

Tecniche di brainstorming nel processo creativo

Come usare il brainstorming nel processo creativo

Vuoi conoscere alcuni metodi per sfruttare il brainstorming e migliorare il tuo processo creativo come designer? Vuoi sapere anche (magari) che cos'è il brainstorming e perché dovresti conoscere questa tecnica? In questo articolo cerco di illustrare, basandomi sulla mia esperienza personale e sugli studi di designer affermati, come le tecniche di brainstorming possano essere una spinta incredibile per migliorare la tua creatività e rendere il tuo processo creativo molto più veloce ed efficace. Ti parlerò innanzitutto di che cosa sia il brainstorming, e di quali sono le tecniche principali di brainstorming e del perché dovrebbe fregartene qualcosa. Allora pronto? Partiamo. Procediamo con ordine. Voglio innanzitutto rispondere a una domanda che probabilmente ti starai ponendo fin da inizio articolo: "Ma che cos'è il brainstorming?". Come dice wikipedia, il brainstorming (traducibile in lingua italiana come assalto mentale, ma solitamente nota in maniera erronea come cervello in tempesta), è una tecnica creativa di gruppo per far…

fare-e-ricevere-critiche-designer

Come fare e ricevere critiche se sei un creativo

Le critiche sono uno degli aspetti più pericolosamente utili e allo stesso tempo dannosi che ci possa essere nella vita di un creativo. Quante volte ti è capitato di ricevere una critica che ti stroncasse le gambe? Quante volte ti è capitato di criticare qualcuno? Quante volte, infine, hai visto e parlato con persone, a volte umiliate, a volte determinate a migliorare, in seguito ad una critica? Scommetto che ti è capitato tante, tantissime volte. Nei giorni scorsi, all'interno del gruppo Facebook di Grafigata (ancora non sei iscritto? Vabbè, rimedia qui, dai!), ho scritto un breve post che ha generato molto coinvolgimento. In questo post ho parlato di quanto, per migliorarsi, bisogna evitare il più possibile di criticare gli altri e, invece, pensare principalmente a migliorare se stessi. Aspetta, riscrivo anche qui quello che ho scritto: Sapete perché non mi piace criticare i lavori di altri? Anche se oggettivamente brutti?…

Le guide su Freelancing e trovare clienti

Come creare un portfolio online

Come creare un portfolio online (guida per designer)

Ti sei mai chiesto quale sia il modo migliore per presentarti ad aziende o potenziali clienti come designer? Oppure come fare a creare qualcosa che possa racchiudere tutte le tue conoscenze, esperienze e migliori qualità come graphic designer, illustratore, architetto o fotografo? Insomma, ti sei mai chiesto come creare un portfolio online? Ecco, questa è una guida che vuole spiegare in modo super completo tutti gli aspetti da considerare quando si crea il proprio portfolio online. Come fare un portfolio online? Perché farlo? Utilizzando quali strumenti? ATTENZIONE: Questa è di gran lunga la guida più letta in Italia su come creare il proprio portfolio online. In questo articolo, strutturato per essere molto approfondito e pratico al 100%, troverai gran parte delle risposte a domande che ti sei sicuramente fatto nel corso della tua carriera creativa. Se stai cercando dei modi per sfruttarlo e trovare clienti, vai direttamente a scoprire le strategie…

Aprire-partita-iva-designer-1

Aprire partita iva da designer: quando e come va aperta?

Avviare la propria attività da designer presenta molte difficoltà come trovare clienti o gestire il proprio personal brand. Una delle difficoltà più grandi per noi designer è uscirne vivi dalla giungla degli aspetti fiscali. Come cavolo si apre una partita IVA? Quando va aperta? Come si fattura? Posso fare la prestazione occasionale? Quante tasse si devono pagare? Io stesso, qualche anno fa, quando ho iniziato a fare il designer freelancer, ho dovuto farmi tutte queste domande. Avessi trovato un articolo come questo fin da subito mi sarei passato ore e ore di inutili ricerche su Google a leggere articoli che mi confondevano sempre di più. Per questo ho deciso che era il caso di risolvere il problema a tutti gli altri designer. Ho deciso di contattare Giampiero Teresi, il creatore di Regime-forfettario.it, per scrivere insieme una guida per designer su come muovere i primi passi da freelancer a livello fiscale.…

Quanto farsi pagare per un progetto l

Come scegliere il prezzo da chiedere come freelancer

Scegliere un prezzo per un lavoro da fare come designer freelancer è probabilmente una delle cose che più spaventa e riempie di dubbi un giovane designer. Ma in realtà è un'aspetto che fa venire dubbi anche a un senior designer e alle agenzie di comunicazione. Non si è mai sicuri di aver deciso il prezzo giusto. Avrò chiesto troppo? Il cliente rifiuterà ed andrà da qualcun altro? Avrò chiesto troppo poco e faccio la figura del cugino inesperto che sta lavorando quasi gratis? Te lo voglio dire fin da subito: non esistono formule magiche, non esistono tecniche ninja segrete tramandate dai templi Shao-Lin. È una competenza che si sviluppa con il tempo, con l'esperienza e con gli errori. Questo perché è strettamente correlata alla capacità di inquadrare le persone con cui si ha a che fare nel proprio business. C'è chi è più portato alla comprensione delle persone e chi…

Da dipendente a designer freelancer

Come lasciare il lavoro da dipendente e diventare designer freelancer

Lavori come designer da dipendente? Sogni di metterti in proprio e diventare designer freelancer? Calma. Prima di buttarti alla cieca in questa avventura devi comprendere bene cosa fare e come farlo. Devi organizzarti. Proprio per aiutarti in questa fase ho pensato che fosse necessario avere qui su Grafigata un articolo a riguardo. Voglio subito iniziare l'articolo dandoti un consiglio che reputo fondamentale. Se hai un lavoro da dipendente e vuoi fare il freelancer, non mollare subito il lavoro!  Se hai già un lavoro dipendente e vuoi iniziare una carriera da freelancer, spesso nella testa ti appaiono solo due potenziali scelte: Continuare a lavorare come dipendente e rinunciare a quello stupido sogno Licenziarsi e rischiare il tutto per tutto come freelancer A me, personalmente, sembrano entrambe due scelte totalmente senza senso. La prima è senza senso perché, avendo un sogno e ricacciandolo giù, ti porta alla strada dell’infelicità, della frustrazione. La seconda…

Come sfruttare al meglio behance trovare clienti

Come sfruttare al meglio Behance (e trovare clienti)

Se stai cercando di migliorare il tuo profilo su Behance e vuoi capire come sfruttarlo al meglio (e magari trovare clienti), questo articolo è probabilmente la cosa più utile che tu possa leggere. In questo articolo troverai le migliori tecniche avanzate per iniziare ad usare Behance e sfruttarlo per arrivare a trovare clienti come designer freelancer. Scoprirai anche come, grazie alle strategie contenute in Super Freelancer, si può arrivare a considerare Behance come parte integrante e fondamentale per arrivare a costruire il proprio flusso automatico di clienti. Ti racconterò anche di come Behance sia uno dei modi migliori per farsi conoscere come designer e di quali siano i suoi vantaggi (e i suoi limiti). Se invece pensi di essere già ad un livello intermedio con Behance e cerchi delle tecniche avanzate per decollare, allora scarica adesso la mia guida PDF gratuita con le migliori strategie avanzate per crescere su Behance:…

Quali domande fare a un cliente nel graphic design

Guida per designer alla creazione di un design brief efficace!

Come far si che il tuo progetto di design soddisfi al cento per cento il tuo cliente? E, se sei un cliente, come far si che il designer a cui ti affidi riesca ad esprimere al meglio il suo potenziale creativo senza evitare incomprensioni? In pratica, parliamo un po' di come creare un brief efficace! A meno che tu non stia facendo un progetto personale, come ad esempio la creazione del tuo logo personale, in ogni progetto che affronti come designer devi interagire con altre persone, con il cliente. Questi clienti possono essere sia persone nuove nel mondo del business che persone le quali vivono nel mondo del business da anni. Alcune di queste persone avranno già conoscenze di design o avranno già collaborato con dei designer ma, nella maggior parte dei casi non è così. È quindi tuo compito guidare il cliente nel processo creativo, che sia quello della creazione di…

L'errore principale dei designer freelancer

L’errore principale di molti designer freelancer

"Il cliente si preoccupa solo dei soldi e dei guadagni, mentre il designer si preoccupa solo di poter pubblicare un bel lavoro su Dribble o Behance." Questo è un concetto che ho visto rappresentato in un video virale di alcuni giorni fa (mentre scrivo) prodotto da Pixelo in cui si mostrano le differenze tra il designer ed il cliente. Cose tipo "il cliente vuole colori sgargianti a caso, il designer sceglie una palette ben ponderata", ecc. Il video lo puoi vedere qui. Non appena ho visto questa parte relativa ai soldi, però, mi sono detto: ma è davvero così? Ci sono davvero così tanti designer che pensano soltanto al loro ritorno di immagine e non a migliorare il business dei propri clienti? Assolutamente si. Pieno. E questo mi ha portato a scrivere questo articolo in cui parlo di quello che secondo me è l'errore più grande che un designer freelancer…

La storia di Picasso sul quanto farsi pagare

La storia di Picasso su quanto farsi pagare per un progetto creativo

Se tu sei uno di quelli che segue Grafigata già da un po' sai che il mio modo di affrontare i vari argomenti di grafica e design qui sul blog, così come negli studi e nel lavoro, è un approccio molto pragmatico e pratico alla materia. Sai anche che, solitamente i miei articoli sono incentrati spesso sulle mie storie, le mie esperienze e su consigli che provo a trasmetterti. Quest'oggi, invece, voglio focalizzarmi maggiormente su quello che uno dei più grandi artisti del '900 ha da dirti. Questo che sto per raccontarti è un aneddoto che probabilmente avrai già sentito da qualche parte ma che, all'interno del mondo creativo e non, penso che si utile da raccontare di tanto in tanto. Questa storia ti potrà essere utile per imparare a dare un prezzo al tuo lavoro, ma anche, e soprattutto, a rispettare i prezzi richiesti da altri professionisti con cui i…

come gestire il tempo da designer

Come gestire al meglio il tempo da designer (freelancer o no)

Ogni designer affronta quotidianamente la "sfida del tempo". La deadline incombente, le troppe cose da fare in un solo giorno, gli impegni personali e, beh, il tempo libero. Sembra sempre che il tempo non sia mai abbastanza! Gestire al meglio il tempo è infatti uno degli aspetti più importanti nella carriera di un designer. Sia che tu sia un dipendente sia che tu svolga un'attività da freelancer come me. In molti articoli di Grafigata.com ho inserito alcune tecniche, strategie e piccoli accorgimenti per risparmiare tempo utile e per svolgere più velocemente alcuni lavori. Non avevo mai, fino ad oggi, scritto un articolo completamente dedicato alla gestione del tempo per un designer (freelancer o no). Come fare a svolgere più lavori in minor tempo? Come raggiungere la qualità ricercata se la deadline è incombente? Come gestire il proprio tempo lavorativo al meglio? Ecco. Questo articolo vuole proprio essere una risposta a…

Come-essere-selezionati-su-Behance-Lorenzo-Miglietta

Come essere selezionati su Behance (VIDEO)

Come si fa ad essere selezionati nelle gallerie Behance? E quali vantaggi può portare? Qualche settimana fa, sono entrato su Behance e... ho trovato 235 notifiche!  Non mi era mai capitato, entro quasi ogni giorno su quel sito quindi le notifiche non si accumulano quasi mai. Ma, anche quando succede, si tratta al massimo di una decina. Ho subito pensato a qualche errore del sito. Era andato in crash, per forza! :) No, quella volta avevo così tante notifiche perché, poche ore prima, un mio progetto era stato selezionato nella "Curated galleries" di Behance relativa al Graphic Design. Essendo stato selezionato, il progetto era apparso sulla homepage di migliaia di utenti nel mondo, che avevano cliccato, apprezzato e commentato. Il progetto di cui ti parlo è questo, il mio primo Logofolio. (ed è il secondo progetto che mi viene selezionato nelle gallerie) Ma cosa sono le gallerie di Behance? E come si…

Le guide su Stampa e uso dei colori

Come-preparare-un-file-alla-stampa

Come preparare un file alla stampa

Voglio iniziare questo articolo su come preparare un file alla stampa raccontandoti una storia. Una storia che vede un giovane ed inesperto graphic designer alle prese con la stampa di un volantino, che parla al telefono con un tipografo. Il giovane graphic designer aveva mandato il pdf del volantino via mail lasciando il proprio numero di telefono nel caso di bisogno. Dopo poco tempo, il giovane graphic designer, che chiameremo Lorenzo, viene contattato dal tipografo che gli comunica che il profilo colore era sbagliato e andava convertito in CMYK, che, essendo una stampa al vivo c'era bisogno di avere l'abbondanza e che, inoltre, c'era pure qualche problemuccio coi font. Al ché, il giovane graphic designer, si ritrovò a dover rifare completamente (o quasi) il progetto per riuscire a seguire i consigli e le linee guida del pazientissimo tipografo. Questa storia che, come avrai capito è una cosa che mi è…

come gestire i colori nella stampa

Come gestire i colori nella stampa (guida per designer)

Ai giovani graphic designer che si approcciano le prime volte al mondo della stampa capita spesso di vedere stampati dei colori diversi da quelli che si vedevano su schermo e che si erano scelti. Probabilmente è capitato qualche volta anche a te, vero? A me sicuramente si! Quei momenti sono veramente tragici. Sono momenti in cui dici: "cavolo, ma allora sono proprio un incapace!". Sono momenti in cui ti viene voglia di andare a conoscere più nel dettaglio le dinamiche di stampa, di capire meglio la gestione dei colori quando si prepara e si stampa un file, insomma. Molti graphic designer come me, sono cresciuti lavorando solo su digitale e non interfacciandosi mai con la stampa, che diventa quindi un vero e proprio tallone d'Achille. Proprio dalla necessità che io stesso avevo e dalle lacune che io stesso volevo colmare, è nato uno degli articoli più apprezzati su Grafigata, la…

Come scegliere una palette di colori

Come scegliere una palette di colori per i tuoi progetti

Scegliere un colore è un processo complicato che richiede un'attenta analisi progettuale, ma scegliere un'intera palette di colori può essere ancora più complicato. Quante volte ti è capitato di dover scegliere una palette di colori? A me moltissime! E selezionare i colori più giusti per ogni progetto, che sia un logo, una pagina web, un'applicazione o un volantino, è tutte le volte una parte di progetto estremamente importante, anche se, tutto sommato, divertente. Ma come fare a scegliere i colori per un progetto senza perderci delle ore o addirittura dei giorni? Il "trucco", come sempre, è l'esperienza e cioè il sapere come fare. In questo articolo ho inserito quindi una serie di consigli testati personalmente per far si che la scelta dei colori per un progetto sia più veloce e più efficace. Ho diviso questi consigli in consigli base, per chi è alle prime armi o vuole semplicemente ripassare le basi,…

Come esportare pdf per la stampa

Come esportare un PDF per la stampa

Quando si prepara un file per la stampa, un aspetto spesso sottovalutato ma in realtà molto importante, è l'esportazione del file. In particolare quando si va ad esportare un pdf per la stampa. Vuoi sapere come si esporta correttamente un pdf? In che modo puoi far sì che la resa di stampa sia la migliore possibile? Ok, allora questo è l'articolo giusto per te! Questo articolo è il terzo di una serie di 3 articoli dedicati alla preparazione di un file alla stampa, il primo articolo era dedicato alle basi, con consigli pratici per preparare un file alla stampa, mentre il secondo era dedicato a come gestire i colori di un file che deve essere stampato. Ti consiglio di leggere o di dare un'occhiata anche a questi due articoli prima di leggere questo (se invece sei solo interessato a come esportare un pdf per la stampa nel modo migliore, continua…

Le guide su Disegno ed illustrazione

Un designer deve saper disegnare

Un designer deve saper disegnare?

Sei un designer? Un graphic designer? O un aspirante tale? La domanda che ti frulla nella testa è "Ma per essere un buon designer, devo saper disegnare e/o dipingere? Il disegno è necessario per essere un designer? Questo articolo vuole essere una risposta ad una delle domande che vengono poste con maggiore insistenza a noi designer da tutti gli aspiranti tali ma anche da professionisti che cercano di capire come poter migliorare le proprie skill nel design. Ti di quella che è la mia opinione e il mio punto di vista sull'argomento. E cercherò di darti alcuni utili e preziosi consigli. Ok pronto? Allora cominciamo! E quindi andiamo dritti al sodo: un designer, un graphic designer in particolare, deve saper disegnare? La risposta breve a questa spinosa questione è: no, non è strettamente necessario, ma dipende che cosa intendi tu per saper disegnare. Ok, cerco di spiegarmi meglio. Dipende da cosa intendi per saper…

Storie di persone e di design

Massimo Vignelli giovane designer

Cosa può imparare un giovane designer da Massimo Vignelli

Massimo Vignelli è stato uno dei designer più importanti nella storia della grafica e del design del secondo dopoguerra ed è da tempo che medito sullo scrivere o meno un articolo su quello che per me è uno degli idoli personali nel campo della grafica. Ho infine deciso di farlo, e di farlo oggi in particolare, 27 maggio, ad un anno esatto dalla sua morte nel 2014. Non voglio, però, scrivere uno di quei soliti articoli da giornale generalista che oggi, sono sicuro, vedrete sparsi su tutte le bacheche dei vari social network. No, voglio parlare di Massimo Vignelli con il mio stile, con lo stile di Grafigata.com, e cioè cercando di trasmettere cose utili ed interessanti a te che stai leggendo. In particolare, ho deciso di impostare l'articolo focalizzandomi su quelli che sono gli insegnamenti che un giovane designer (come me) può imparare dal design di Massimo Vignelli. Come possono…

Rivoluzione tecnologica graphic design

La rivoluzione tecnologica nel graphic design

Negli ultimi giorni mi è capitato spesso di riflettere su quanto la tecnologia e l'innovazione tecnologica abbiano influito e continuino a farlo nel mondo del graphic design. A partire dall'invenzione della stampa a caratteri mobili del 1453 di Gutenberg fino ad oggi, con computer potentissimi, stampanti 3D, schermi interattivi, software potentissimi, eccetera. Ok, e questo lo sappiamo tutti. Quello di cui però voglio parlare in questo articolo è di una rivoluzione che noi designer (e non solo) stiamo vivendo in prima linea: la rivoluzione tecnologica del graphic design. In seguito alle mie profonde riflessioni filosografiche, sono infatti giunto alla conclusione che lo stesso graphic design è per forza di cose immediatamente e strettamente correlato allo sviluppo della tecnologia. Cioè, più la tecnologia migliora, più il graphic design migliora con essa. È una sorta di percorso parallelo. Una crescita direttamente proporzionale. E questa mi sembra una cosa davvero figa di cui parlare, e…

La storia di Picasso sul quanto farsi pagare

La storia di Picasso su quanto farsi pagare per un progetto creativo

Se tu sei uno di quelli che segue Grafigata già da un po' sai che il mio modo di affrontare i vari argomenti di grafica e design qui sul blog, così come negli studi e nel lavoro, è un approccio molto pragmatico e pratico alla materia. Sai anche che, solitamente i miei articoli sono incentrati spesso sulle mie storie, le mie esperienze e su consigli che provo a trasmetterti. Quest'oggi, invece, voglio focalizzarmi maggiormente su quello che uno dei più grandi artisti del '900 ha da dirti. Questo che sto per raccontarti è un aneddoto che probabilmente avrai già sentito da qualche parte ma che, all'interno del mondo creativo e non, penso che si utile da raccontare di tanto in tanto. Questa storia ti potrà essere utile per imparare a dare un prezzo al tuo lavoro, ma anche, e soprattutto, a rispettare i prezzi richiesti da altri professionisti con cui i…

Le guide sul Self Branding

Perché fare progetti personali idee

Perché fare progetti personali (e 10 idee per designer)

Inizio subito questo articolo dicendo che fare progetti personali è probabilmente una delle cose migliori che tu possa fare non solo per la tua carriera da designer, ma anche per te stesso. Questo articolo vuole innanzitutto essere uno stimolo per te, come designer, per sviluppare finalmente qualcosa di tuo, qualcosa che mostri le tue competenze e che ti faccia migliorare. Innanzitutto ti parlerò del perché, secondo me, fare progetti personali, cioè progetti che non hanno a che fare con dei clienti, sia non solo utile ma, spesso, necessario per dare una scossa alla tua carriera professionale e rendere il tuo portfolio online una vera e propria Grafigata! (Scopri come creare un portfolio online con questa guida) Se sei un giovane designer agli inizi, se sei un designer sempre preso tra i lavori dei clienti senza tempo per altro, se lavori per agenzie o per altri designer e mai per te…

Come creare un logo personale

Creare un logo personale e trasformarsi in un brand

Sei un creativo? Un designer, un graphic designer? Allora sicuramente sei interessato a come poter promuovere te stesso, i tuoi lavori e la tua attività, vero? Sei curioso di sapere qual è uno dei punti di partenza per farlo? Curare al meglio la tua immagine. A partire dal logo. Questo articolo, l'avrai intuito dal titolo, vuole essere una guida alla creazione di un logo personale. E per logo personale intendo un logo che parli di te, che sia tuo. In pratica, si tratta di trasformare te stesso in un brand, in qualcosa da vendere. Vendere se stessi non deve essere considerata una cosa negativa (mica ho detto svendere!), anzi! È quello che in fin dei conti si fa molto spesso: ogni qual volta si interagisce con qualcun altro e si vuole fare bella figura, ci si comporta un po' come dei venditori di se stessi. Ignorare il marketing significa ignorare una parte…

Header articolo 09

Self branding. Come promuoversi e da dove partire?

Il concetto centrale del self branding è trasformare se stessi in un prodotto su cui fare promozione. Il tuo nome diventa quindi il tuo brand (marchio) attorno a cui dovrai costruire un'identità sulla base di ciò che di te stesso vuoi trasmettere. È un concetto piuttosto recente nella società occidentale: viene identificato come strumento dagli anni '90 circa e via via sempre più utilizzato con l'avvento del web e la nascita dei social network. Self branding indica quindi la capacità di promuovere se stessi. Il proprio prodotto è detto personal brand ed è il motivo per cui la scelta del cliente ricade o meno su di noi, o se per esempio veniamo scelti da un datore di lavoro per una commissione. Il fine è proprio quello di valorizzare il proprio aspetto così da essere riconosciuto positivamente (si augura) da chi cerca il tuo nome e cognome su un motore di…

Rinunciare a un cliente

Ecco perché rinunciare a un cliente a volte è meglio

Uno degli aspetti più difficili per chi sceglie la carriera da freelancer è la gestione diretta dei clienti. Una gestione che deve essere ottima per far si che il cliente esca sempre felice dal rapporto lavorativo e con la voglia di consigliarti ad altre persone o di affidarti nuovi lavori. Non sempre, però, si trovano clienti con cui si riesce ad intavolare una buona relazione lavorativa. Spesso capita di trovarsi impantanati con clienti che rallentano la tua carriera, clienti magari maleducati magari che addirittura non pagano o cercano di fregarti (se ne sentono tutti i giorni di cose di questo tipo). Questo è, certo, colpa di persone incapaci di fare business in modo sano ma è anche colpa dei freelancer stessi che non sono stati capaci di comprendere le problematiche di un cliente o di un progetto fin dall'inizio. Ti spiego quello che intendo dire tramite il mio punto di vista e…

Le guide sul Marketing nel design

Marketing per un designer

Se ignori il marketing non sarai mai un buon designer

Sei un designer o un graphic designer? Vuoi capire come far si che i tuoi prodotti abbiano più chance di sfondare? Vuoi sapere come il conoscere le basi del marketing può migliorare la tua vita lavorativa e il tuo rapporto con i clienti? Questo articolo allora è perfetto per te. Voglio parlarti infatti di come il marketing possa essere uno strumento essenziale nella vita lavorativa di un designer. Ti parlerò di quanto il mercato influenzi le scelte artistiche e creative di noi designer senza che neanche ce ne accorgiamo e come sfruttare questo dato di fatto per fare prodotti migliori. Ok, pronto? Allora possiamo partire! Prima di tutto direi che è il caso di dare un minimo di definizione, cercando di spiegare, innanzitutto, che cos'è il marketing e poi giungere alla domanda che, lo so, lo so, ti stai facendo da quando hai letto il titolo dell'articolo: "ma che cavolo centra il…

Come-creare-qualcosa-di-virale-nel-graphic-design

Come si fa a creare qualcosa di virale nel graphic design?

Come si crea qualcosa di virale? In particolare, come si crea qualcosa di virale nel mondo della grafica? Ecco, questa è una domanda da un milione di euro a cui voglio provare a dare una risposta nel video qui sopra. Il video sopra è molto discorsivo e volutamente breve. Nell'articolo spiego più approfonditamente alcuni aspetti, alcune dinamiche e mostro un sacco di casi studio pratici ;) Di progetti "virali", infatti, negli ultimi 4 o 5 anni,infati, ne ho visti davvero moltissimi. Campagne pubblicitarie con migliaia di condivisioni, articoli, illustrazioni, video e progetti personali ripubblicati in giornali e blog famosi. Insomma, ne sono passati molti. Che cosa accomuna tutti questi progetti? Ma, prima di tutto, perché creare qualcosa di virale? Creare qualcosa di virale: cosa vuol dire? E perché si fa? Prima di tutto, per quelle persone che non sanno cosa vuol dire "virale" nel mondo del marketing e della pubblicità, provo…

Che cos'è neuromarketing

Cos’è il Neuromarketing e cosa c’entra col design?

Che cos'è il neuromarketing? Perché è qualcosa di cui è bene informarsi e perché sta cambiando radicalmente il modo in cui i grandi brand fanno pubblicità e comunicazione? Ho scoperto il Neuromarketing leggendo il libro (chiamato proprio “Neuromarketing”) di Martin Lindstrom, considerato il massimo esperto mondiale in quel settore. Prima di leggere quel libro, che presi quasi casualmente durante un giro alla Feltrinelli di Genova, non avevo mai nemmeno sentito parlare di questo argomento. Devo ammettere che ho scoperto un mondo. Il neuromarketing, o meglio, le informazioni ricavate da esso, stanno, infatti, venendo già utilizzate da anni dalle grandi aziende. Come? Sfruttano le informazioni ricavate per capire come spendere meglio i propri soldi destinati alla comunicazione e comprendere nel modo più veloce possibile quali sono le necessità dei consumatori. In Italia ho scoperto poi quanto il neuromarketing (e tutti gli argomenti collegati e le professioni che si generano) sia sconosciuto…