Microsoft sostituirà Calibri come carattere predefinito entro il 2022

Giuseppe TempestiniGiuseppe Tempestini

0 COMMENTI

microsoft-sostiutisce-calibri-come-carattere-predefinito-cover

Un carattere predefinito ha a che fare con la prima impressione, con l’immagine che vogliamo rappresentare verso l’esterno. Si riferisce al nostro modo di esprimerci e riguarda come le persone e il mondo intorno a noi ci percepiscono.

Nello specifico Calibri è stato il carattere di default per tutto ciò che riguarda Microsoft dal 2007. Ora la società di Bill Gates sta evolvendo quest’aspetto. Per impostare un nuovo corso, ha selezionato 5 caratteri personalizzati originali per sostituire eventualmente Calibri come predefinito

Le nuove font family sono: Bierstadt, Grandview, Seaford, Skeena e Tenorite. Le varianti sono disponibili per il download tramite il sito Microsoft. Ma scopriamole nel dettaglio.

Cinque nuovi caratteri Microsoft: Bierstadt, Grandview, Seaford, Skeena, Tenorite

Il design di una singola lettera può essere artistico, ma far lavorare insieme tutte queste singole lettere per creare parole, frasi e paragrafi è una scienza a sé stante. Nella progettazione del carattere tipografico, lo spazio e le forme tra le lettere sono fondamentali tanto quanto le forme delle lettere stesse.

microsoft

I nuovi caratteri abbracciano vari stili sans-serif: umanista, geometrico, stile svizzero e industriale. 

Bierstadt di Steve Matteson

micr

Bierstadt è un carattere tipografico sans serif ordinato e contemporaneo ispirato alla tipografia svizzera della metà del XX secolo. Un carattere tipografico versatile che esprime semplicità e razionalità in una forma altamente leggibile, Bierstadt è anche notevolmente definito con le estremità dei tratti che enfatizzano l’ordine e la moderazione.

Tenorite di Erin McLaughlin e Wei Huang

Microsoft TENORITE di Erin McLaughlin e Wei Huang

Tenorite ha l’aspetto generale di un tradizionale sans serif (un carattere senza serif o un tratto alle estremità, come Times New Roman), ma con uno stile più caldo e amichevole. Forme dall’aspetto nitido e caratteri larghi generano un senso di apertura. Elementi come punti grandi, accenti e punteggiatura rendono Tenorite comodo da leggere anche su piccoli schermi. 

Grandview di Aaron Bell

microsoft fonts

Grandview è un carattere sans serif derivato dalla classica segnaletica stradale e ferroviaria tedesca, progettato per essere leggibile anche a distanza e in condizioni difficili. Grandview è progettato per l’uso nel corpo del testo, ma conserva le stesse qualità di alta leggibilità, con sottili regolazioni apportate per la lettura di lunga durata.

Seaford di Tobias Frere-Jones, Nina Stössinger e Fred Shallcrass

Seaford è un carattere sans serif capace di evocare comfort e familiarità. Le sue forme delicatamente organiche e asimmetriche aiutano la lettura enfatizzando le differenze tra le lettere, creando così forme di parole altamente riconoscibili.

Skeena di John Hudson e Paul Hanslow

Skeena è un sans serif “umanista” basato sulle forme dei caratteri tipografici di testo serif tradizionali. I suoi tratti sono modulati, con un notevole contrasto tra spesso e sottile. Skeena è ideale per il corpo del testo in documenti lunghi, così come in passaggi più brevi che si trovano spesso in presentazioni, opuscoli, tabelle e rapporti.

Microsoft ha inoltre chiesto ai propri utenti cosa ne pensano, attraverso un post su Twitter è possibile lasciare direttamente feedback e pareri. E voi avete già lasciato un commento? Quale preferite?

Discussione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*