Lacoste ha fatto di nuovo le polo con gli animali a rischio d’estinzione

Lorenzo MigliettaLorenzo Miglietta

0 COMMENTI

lacoste save our pieces 2019

L’anno scorso, Lacoste aveva rinunciato al suo iconico logo del coccodrillo per fare delle polo in edizione limitata con degli animali a rischio d’estinzione. Si era trattato di un’iniziativa notevole, sia dal punto di vista del messaggio comunicato sia per rafforzare il suo brand.

Quest’anno, Lacoste l’ha fatto di nuovo, però con altre 10 specie a rischio d’estinzione.

La nuova campagna 2019: Save our spieces

La campagna, condotta in collaborazione con l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), è in realtà un progetto triennale tra le due parti “per contribuire alla sensibilizzazione in merito all’estinzione delle specie minacciate e sostenere l’azione di conservazione sul terreno”.

La collezione di quest’anno, intitolata Save Our Spieces, uscirà il 22 maggio in occasione della Giornata Internazionale per la diversità biologica e sarà disponibile in alcuni specifici negozi nel mondo.

In nove negozi in tutto il mondo, Lacoste metterà in evidenza una specie in ciascuno di essi, con il numero di camicie realizzate in corrispondenza del numero di specie rimaste.

Per esempio, il negozio Lacoste di Parigi sugli Champs Elysée si concentrerà sulla lince iberica, vendendo 589 camicie che corrispondono al numero dell’animale rimasto. A Londra, i clienti potranno acquistare la camicia con coda di pipistrello coda-di-topo yemenita, per la quale sono rimaste solo 150 specie, New York darà risalto ai 444 esemplari di Eubalena glacialis, la balena franca nordatlantica, e il negozio Lacoste di Shanghai avrà una tiratura molto limitata di sole 50 camicie con rappresentato una specie di Zigoptero (un insetto simile a una libellula) dell’isola di Cebu.

In totale 3.520 polo per 3.520 esemplari. Gli altri negozi sono quelli di Los Angeles, Tokyo, Miami, Berlino e Seoul. Niente in Italia ma sarà disponibile online la polo con la Foca monaca delle Hawaii, in 1400 esemplari.

Nel suo “impegno globale per affrontare un problema globale”, tutti i profitti delle vendite del 22 maggio (sia in negozio che online) aiuteranno ICUN a conservare la fauna selvatica minacciata. In questa galleria qui sotto puoi vedere tutte le polo e i disegni delle 10 specie a rischio rappresentate:

Discussione: