I nuovi iMac, iPad Pro e le altre robe Apple

Chiara ZoiaChiara Zoia

0 COMMENTI

imac-hello

Non si ferma la corsa di Apple verso la piena autonomia nella produzione dei microprocessori per i suoi prodotti. Durante l’evento del 20 aprile, Spring Loaded, l’azienda ha presentato le novità 2021. Tra queste spiccano di certo gli i nuovi iMac e iPad Pro, che ora offrono le prestazioni garantite dal chip M1.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio tutte le novità di cui si è parlato.

Il nuovo iPad Pro

nuovo iPad Pro

Dopo diversi mesi in cui hanno cominciato a circolare sul mercato i nuovi iPad Air con chip A14 Bionic arriva sul mercato il prodotto più atteso da chi si occupa di grafica in maniera professionale.

Il nuovo iPad Pro, che sarà disponibile sul mercato a partire da fine mese, segna infatti un rivoluzione in casa Apple:‌ il chip prodotto dall’azienda, l’M1, che abbiamo già visto utilizzato nei nuovi MacBook Pro presentati a luglio 2020 (leggi qui la nostra recensione) e MacBook Air, viene ora montato anche nei tablet.

Cade così la barriera tecnologica che divideva il mondo pc da quello mobile. Non soltanto questo lascia immaginare sorprendenti sviluppi futuri per tutto il settore, ma fa del nuovo iPad Pro un device più vicino a una workstation portatile che alle versioni Air e base di iPad.

nuovo iPad Pro display

Grande balzo in avanti anche per lo schermo:‌ Apple definisce la nuova tecnologia Liquid Retina XDR. Si tratta di fatto del primo schermo di un tablet ad essere illuminato da Mini Led. In pratica si utilizzano diodi luminosi più piccoli. In questo modo se ne aumenta la densità, a parità di spazio: il risultato è un display ad alto range dinamico (HDR), che può vantare peak di 1600 nits.

Compaiono il 5G, la tecnologia Thunderbolt 4 per la connettività e migliora la fotocamera. Restano invece invariati i formati, 11 e 12,9 pollici

Il nuovo iMac

L’all in one di Apple appare completamente ridisegnato, a ogni livello. Nuovo design, nuovi colori che paiono voler comunicare un ritrovato ottimismo, un ingombro ancora ridotto: soltanto 11,5 mm di spessore.

Ma soprattutto è stata ridisegnata l’architettura dell’ iMac, ancora una volta grazie all’introduzione del processore M1.

nuovi iMac colori

Lo schermo è un 24 pollici True Tone, display 4,5K Retina con 11,3 milioni di pixel. Il fatto che sia stata presentata una sola misura di diagonale lascia forse intuire che dobbiamo attenderci prossimamente un iMac Pro di dimensioni superiori.

Visto che nell’ultimo anno abbiamo fatto larghissimo uso di videochiamata per il nuovo iMac è stato completamente riprogettato il sistema webcam – microfoni – speaker.

La connettività, per i modelli con a Gpu 8 core, è garantita da quattro porte Usb-C, di cui due supportano Thunderbolt 4. Inoltre, c’è una porta centrale magnetica per il cavo di alimentazione, che si collega poi a un alimentatore sul quale è montata anche una porta Ethernet, per collegarsi a Internet via cavo (per chi preferisce non utilizzare la connessione WiFi).

Novità anche per la Magic Keyboard, che finalmente vede la presenza del lettore di impronte digitali. Utile per sbloccare più velocemente il computer e passare da un account a un altro. Il sistema può anche essere utilizzato per inserire più velocemente le password e per confermare i pagamenti digitali tramite Apple Pay.

Curiosità:‌ iPhone e AirTag

nuovo colore iphone

Ancora due chicche dall’evento. Per la bella stagione arriva un nuovo colore su iPhone 12 e iPhone 12 Mini:‌ un viola delicato e luminoso.

Se invece tendi a dimenticare dove hai messo le cose, o addirittura a perderle, ti saranno di aiuto i nuovi AirTag. Sono dispositivi che hanno in tutto e per tutto l’aspetto di un portachiavi.

Entrano a far parte dell’ecosistema “Dov’è”, che dà la possibilità di ritrovare i nostri oggetti Apple se vengono persi​, e possono così essere di aiuto nel tenere al sicuro gli oggetti o i device più importanti.

air tag nuovo apple

Di sicuro terremo d’occhio i nuovi prodotti, e ne faremo se possibile la recensione su Grafigata Tech (come avevamo fatto ad esempio qui e qui).

Discussione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*