Gli ultimi articoli su Design e Progettazione

Less is more semplicità

“Less is more”. Perché la semplicità è importante nella grafica?

Less is more. Una delle frasi più ripetute tra grafici, designer o architetti. Scommetto che anche tu l'hai sentita un sacco di volte, vero? Quante volte, però, ti sei chiesto cosa significa davvero e qual è il modo migliore per applicare questo concetto nella grafica? In questo articolo ti voglio parlare proprio di questo. Di less is more e di quanto la semplicità possa essere importante nel graphic design. Da sempre, la saggezza popolare ci ha insegnato che “il troppo stroppia” e che è meglio fare poco ma farlo bene. Un concetto che può risultare banale, ma che si applica perfettamente anche al mondo della grafica. “Less is more” cioè “meno è meglio”, è un po’ il mantra che qualunque creativo dovrebbe ripetersi quando realizza dei contenuti. Semplici, chiari ed efficaci. Il minimalismo però non è il tuo forte? Vai tranquillo, trovare il giusto equilibrio tra idea, concetto e risultato finale…

I 6 principi fondamentale del graphic design large

I 6 principi fondamentali del graphic design

Una delle domande che più spesso viene fatta dai giovani designer che vogliono migliorare e da chi si sta approcciando alla grafica è "come posso migliorare come graphic designer?". Ed è una bella domanda. Io stesso me la sono fatta più volte. E continuo a farmela, spinto dalla curiosità (la caratteristica più importante per un designer). Per rispondere, mi piacerebbe riflettere su come tutti noi abbiamo imparato a scuola materie complesse come la matematica o le lingue straniere. La prima cosa che si fa, quando si approccia una nuova lingua o una nuova materia è impararne le basi. Recentemente ho pian piano ricominciato a imparare il Francese, come sfizio personale, e ho ovviamente cominciato studiando cose come i nomi, i pronomi, i numeri, la pronuncia e la struttura della frase. Insomma mi sono concentrato sulle basi. La stessa cosa è con il graphic design. Uno non nasce graphic designer, ci…

9-Libri-che-ogni-designer-dovrebbe-leggere

9 libri che ogni designer dovrebbe leggere

In questo video ho parlato di quelli che secondo me sono i libri che ogni designer dovrebbe leggere o perlomeno tenersi stretti all'interno della propria libreria. Si tratta principalmente di libri di grafica ma ci sono anche alcuni titoli che superano un po' i classici paletti. Un designer infatti ha bisogno di avere conoscenze ampie in molti settori, non solo nella grafica o nel design. Nel video faccio una recensione più dettagliata di ciascuno di questi libri, ma qui puoi trovare direttamente l'elenco dei 9 libri con il link per acquistarli direttamente su Amazon: "Da cosa nasce cosa" - Bruno Munari "Critica portatile del visual design" - Riccardo Falcinelli "Segni e simboli" - Adrian Frutiger "Sei proprio il mio Typo" - Simon Garfield "Caratteri, testo, gabbie" - Ellen Lupton "Writing, Illuminating and Lettering" - Edward Johnston versione gratis: https://archive.org/details/writingilluminat00johnuoft "Work for money, design for love" - David Airey "Don't make…

Correzioni ottiche nel graphic design

Correzioni ottiche nel graphic design

Hai mai notato come spesso nel graphic design, magari in alcuni font o in alcuni progetti di logo design, ci siano degli elementi che non sono allineati perfettamente in modo geometrico? Elementi che dovrebbero avere la stessa altezza, che sembrano avere la stessa altezza ma che, se osservati meglio, magari con l'aiuto delle griglie, non hanno per niente la stessa altezza. O dimensione, spessore, larghezza, peso, eccetera. Magari non te ne sei mai accorto o magari invece ci hai già riflettuto sopra più di una volta. In ogni caso tutto ciò è dovuto alle cosiddette correzioni ottiche. Ma cosa sono le correzioni ottiche? Perché sono così importanti nel graphic design e perché, per chi ha l'occhio ben allenato, sono elementi che garantiscono una buona o una cattiva qualità progettuale nel design? Questo articolo vuole essere una guida unica e senza alcun paragone con niente che tu possa trovare cercando su Google (anche…

Rivoluzione tecnologica graphic design

La rivoluzione tecnologica nel graphic design

Negli ultimi giorni mi è capitato spesso di riflettere su quanto la tecnologia e l'innovazione tecnologica abbiano influito e continuino a farlo nel mondo del graphic design. A partire dall'invenzione della stampa a caratteri mobili del 1453 di Gutenberg fino ad oggi, con computer potentissimi, stampanti 3D, schermi interattivi, software potentissimi, eccetera. Ok, e questo lo sappiamo tutti. Quello di cui però voglio parlare in questo articolo è di una rivoluzione che noi designer (e non solo) stiamo vivendo in prima linea: la rivoluzione tecnologica del graphic design. In seguito alle mie profonde riflessioni filosografiche, sono infatti giunto alla conclusione che lo stesso graphic design è per forza di cose immediatamente e strettamente correlato allo sviluppo della tecnologia. Cioè, più la tecnologia migliora, più il graphic design migliora con essa. È una sorta di percorso parallelo. Una crescita direttamente proporzionale. E questa mi sembra una cosa davvero figa di cui parlare, e…

Quali domande fare a un cliente nel graphic design

Guida per designer alla creazione di un design brief efficace!

Come far si che il tuo progetto di design soddisfi al cento per cento il tuo cliente? E, se sei un cliente, come far si che il designer a cui ti affidi riesca ad esprimere al meglio il suo potenziale creativo senza evitare incomprensioni? In pratica, parliamo un po' di come creare un brief efficace! A meno che tu non stia facendo un progetto personale, come ad esempio la creazione del tuo logo personale, in ogni progetto che affronti come designer devi interagire con altre persone, con il cliente. Questi clienti possono essere sia persone nuove nel mondo del business che persone le quali vivono nel mondo del business da anni. Alcune di queste persone avranno già conoscenze di design o avranno già collaborato con dei designer ma, nella maggior parte dei casi non è così. È quindi tuo compito guidare il cliente nel processo creativo, che sia quello della creazione di…

Cose indispensabili per un designer

11 cose indispensabili per un graphic designer

Ogni mestiere, che sia quello del designer, dell'architetto o del cuoco, ha il suo set di strumenti necessari. Ma quali sono gli strumenti più importanti per un graphic designer? Che cosa usa un grafico per fare bene il suo lavoro? So bene che, se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente sei già un graphic designer e sai già benissimo quali sono gli strumenti e le cose indispensabili con cui si lavora in questo mestiere. Ho quindi voluto incentrare questo articolo su quelli che sono gli strumenti, le "cose" che utilizzo IO per fare grafica. Ti racconterò, quindi, quali sono, nella mia attività di graphic designer e blogger le cose assolutamente indispensabili per lavorare. Si vabbé, Lorenzo, ma a me cosa dovrebbe fregarmene di quali strumenti utilizzi? Saranno gli stessi miei no? E in parte hai ragione, per questo questo articolo non si riduce ad essere un futile elenco di strumenti da designer…

come usare le griglie grafiche

Come usare le griglie nel graphic design

Vuoi sapere come impostare nel modo migliore un qualsiasi progetto di grafica? Conoscere per bene uno dei concetti alla base di tutto il graphic design? Insomma, vuoi capire come utilizzare le griglie grafiche? In questo articolo voglio trattare il tema delle griglie grafiche nel dettaglio, attraverso regole, esempi utili e risorse per la progettazione da poter scaricare e salvare sul tuo computer. Ti parlerò di quanto le griglie siano necessarie per la costruzione di qualsiasi progetto di grafica, dell'aestethic-usability effect e di come costruire una griglia in modo armonioso. Dai, partiamo che c'è tanto di cui parlare! Innanzitutto, parto con una semplice definizione. Che cosa sono le griglie grafiche? Una griglia, o gabbia, è, sostanzialmente, una suddivisione dello spazio di lavoro tramite linee verticali ed orizzontali volta ad organizzare gli spazi e delimitare gli elementi che andranno a comporre un progetto. Andiamo più nello specifico, cercando di capire perché è…

Il packaging è potere

Il packaging è potere (visivo)

Ti sei mai chiesto perché certi prodotti al supermercato ti sembrano più affidabili? O addirittura più buoni, più gustosi, più belli? Vuoi sapere come l'industria della pubblicità "forza" la nostra volontà cercando di convincerci che un prodotto sia meglio di un altro? Questo articolo vuole appunto spiegare come funziona questo aspetto del marketing molto importante: il packaging. Cos'è, come funziona, come viene utilizzato per vendere prodotti e perché secondo me il packaging è potere! (visivo). Ok, sei pronto? Allora cominciamo dai! Inizio dicendoti che una parte di questo articolo è stata ispirata da un capitolo del bellissimo libro di Riccardo Falcinelli, "Critica portatile al visual design", del 2014, del quale ti spiegherò qualcosina nel corso di questo articolo. Tutto il resto, le mie opinioni e i miei punti di vista, sono farina del mio sacco. Ma procediamo prima con ordine, che cos'è il packaging? Cos'è il packaging "Packaging" tradotto letteralmente dall'inglese significa…

Un designer deve saper disegnare

Un designer deve saper disegnare?

Sei un designer? Un graphic designer? O un aspirante tale? La domanda che ti frulla nella testa è "Ma per essere un buon designer, devo saper disegnare e/o dipingere? Il disegno è necessario per essere un designer? Questo articolo vuole essere una risposta ad una delle domande che vengono poste con maggiore insistenza a noi designer da tutti gli aspiranti tali ma anche da professionisti che cercano di capire come poter migliorare le proprie skill nel design. Ti di quella che è la mia opinione e il mio punto di vista sull'argomento. E cercherò di darti alcuni utili e preziosi consigli. Ok pronto? Allora cominciamo! E quindi andiamo dritti al sodo: un designer, un graphic designer in particolare, deve saper disegnare? La risposta breve a questa spinosa questione è: no, non è strettamente necessario, ma dipende che cosa intendi tu per saper disegnare. Ok, cerco di spiegarmi meglio. Dipende da cosa intendi per saper…

Cos'è il material design

Che cos’è il material design

Vuoi conoscere meglio una delle tendenze più in crescita nel mondo del design? Quello che è a tutti gli effetti un vero e proprio linguaggio di design? Vuoi sapere, insomma, che cos'è il material design e da dove nasce? In questo articolo ti voglio parlare appunto del Material Design, di che cosa esso sia, da dove nasce e come viene applicato. Se già ne sai qualcosa vedrai che riuscirò comunque a stupirti con contenuti interessanti, se invece non ne sai nulla, allora hai una marea di informazioni da scoprire! E allora, dai! Procediamo! Allora, ti dico subito che c'entra Google in tutto ciò. C'entra Google proprio perché il material design è il linguaggio con cui Google, nel corso dell'ultimo anno, ha declinato la grafica di tutti i suoi prodotti, da Gmail fino al nuovissimo sistema operativo mobile Android Lollipop. Il material design nasce innanzitutto in contrapposizione e allo stesso tempo…

Flat design e Scheumorfismo

Flat design e Scheumorfismo spiegati bene

Se negli ultimi anni sei vissuto nello stesso mondo in cui sono vissuto io, sicuramente hai assistito (magari in modo inconsapevole) allo "scontro" tra lo scheumorfismo e il flat design. Se la tua reazione alla precedente affermazione è stato un qualcosa del tipo "scheu-che-coooosa?" allora sei sicuramente nel posto giusto. In questo articolo voglio spiegare per bene che cos'è lo scheumorfismo, che cos'è il flat design e perché se ne parla e soprattutto perché se ne parla come due cose "in lotta" tra loro. Se invece ne sai già qualcosa voglio partire con un piccolo indovinello: osserva le due immagini qui sotto e dimmi quale di queste interfacce grafiche di una app calcolatrice è scheumorfica? Se la tua risposta è stata ancora una volta "scheu-che-coooosa?" (però questa volta con più insistenza) tranquillo, tra poco ti spiego bene tutto. Se invece hai risposto "vabbè, facile! Quella a destra!" mi spiace dirti…

guida per designer sezione aurea

Guida per designer alla sezione aurea

Hai mai sentito parlare della sezione aurea? Vuoi sapere perché è qualcosa che ogni designer dovrebbe conoscere ed utilizzare? Questo articolo vuole essere una guida completa e definitiva a uno dei più potenti strumenti di ogni buon designer. Ti spiegherò che cos'è la sezione aurea, da dove cavolo spunta fuori e, soprattutto, come usarla per la grafica e il design attraverso esempi, esperienze, consigli e risorse. Ok, sei pronto? Allora, procediamo! Come avrai capito, questo articolo parla di quel particolare rapporto matematico che prende il nome di Sezione aurea ma anche di Rapporto aureo (in inglese Golden ratio, il nome più comune), Numero aureo, Costante di Fidia e addirittura Proporzione divina. Si, ok, Lorenzo, mi fa piacere questo sfoggio di sinonimi però arriviamo al dunque, che diavolo è sta sezione aurea?? Il mio alter ego ha pienamente ragione, non perdiamo tempo e diamo un po' di informazioni importanti. Partendo da quella…

Design Thinking

Che cos’è il design thinking

Vuoi sapere qual è uno dei processi creativi più efficaci che ti permette di ottenere i risultati più creativi e dinamici nei tuoi progetti? In questo articolo voglio mostrarti cosa sia il design thinking e farti capire perché, ponendo al centro l'utente nei tuoi progetti, questi progetti raggiungano una qualità che nemmeno ti aspetti! Pronto? Cominciamo dai. Per poter parlare del cosiddetto design thinking e darne una definizione, bisogna prima ragionare sul termine inglese "design". Nonostante la parola "design", in inglese, venga quasi sempre utilizzata per indicare un oggetto o un prodotto finito, il suo significato più completo è quello che comprende l'intero processo creativo. Un verbo, quindi, "to design", e non un nome. Il design è tutta quella serie di azione di problem solving, che portano a risolvere un problema con la creatività, con un'idea. C'è molta confusione attorno alla definizione di design thinking, così come c'è confusione nella…

Processo creativo e gioco

Il processo creativo e il gioco

Vuoi conoscere il modo per sprigionare la tua creatività in un progetto? Che ti permette addirittura di farlo divertendoti? In questo post ti voglio mostrare come puoi migliorare la produttività del tuo processo creativo in un modo che non ti aspetti. Ma non ti voglio anticipare nulla! Allora, pronto alla lettura? Iniziamo. Partiamo con la definizione delle parole chiave. Il processo creativo è molto difficile da definire, deriva infatti dalla parola creatività, sulla cui definizione gli psicologi litigano tra loro da anni, forse anche da secoli. Ma in modo sintetico, si può dire che il processo creativo è tutta quella serie di step attraverso i quali un'idea creativa viene portata a compimento utilizzando l'esperienza, il cervello e gli strumenti a nostra disposizione. Bruno Munari, nel famosissimo libro "Da cosa nasce cosa" (assolutamente da leggere), definisce il processo creativo come il percorso che, attraverso numerosi step, va da la definizione di un…

2014 nella grafica e nel design

Il 2014 nella grafica e nel design

Il 2014 è stato un anno molto importante per il mondo della grafica e del design. Numerosi nuovi trend sono emersi mentre altri sono affondati e l'intero settore ha avuto un forte dinamismo a livello globale, complice la leggera ripresa economica mondiale dopo il recente periodo di crisi, forse. Oltre che un anno importante e dinamico per la grafica e il design, lo è stato sicuramente anche per me. Quest'anno infatti ho creato Grafigata, progetto su cui sto investendo molto. Colgo questa occasione per ringraziare tutti voi che seguite il blog! Siete quasi 300 sulla pagina facebook, più di 30 utenti si sono già iscritti alla newsletter settimanale (iscriviti anche tu!) e continuano ad arrivare decine di commenti, messaggi privati, condivisioni e interazioni sociali. E per questo vi ringrazio. Maa bando alle ciance! Torniamo in tema: in questo articolo vi voglio parlare di alcuni di quelli che sono stati i trend, le…

Spazio bianco nella grafica

Lo spazio bianco nella grafica, perché è così importante?

Chi mi conosce già, sa bene che sono una persona molto ordinata. Sia per come gestisco i progetti, per l'organizzazione dei miei file o dei miei livelli su Illustrator, eccetera. Poi vabbè, arrivo a casa e butto tutti i miei vestiti alla rinfusa sul letto e vanifico ogni progetto di rimanere ordinato! Ma, comunque sia, l'ordine, nel graphic design, è un elemento molto importante da sfruttare. Che sia la struttura di un sito web o l'impaginato di una brochure, tutto nel mondo della grafica ha bisogno di avere determinate posizioni e un ben preciso ordine. Quello che dà ordine in un elemento grafico o in una serie di elementi, oltre, ovviamente, ad allineamenti e griglie, è il cosiddetto spazio bianco. Prima di approfondire il termine di spazio bianco, vorrei soffermarmi un attimo sull'importanza che ha la comunicazione visiva e sulla sua responsabilità di far arrivare il giusto messaggio all'utente. Ogni pubblicità, sito web…

Cos'è la gestalt largo

Cos’è la Gestalt e come applicarla al design

Nel mondo del design, viene spesso detto che l'importante non sia il singolo elemento ma come quel singolo elemento si rapporti a ciò che lo circonda, e come viene percepita la totalità degli elementi dall'osservatore. Questa considerazione è alla base di quella che viene definita teoria o psicologia della Gestalt. Gestalt che? Ma Lorenzo che parole usi?? Sembra uno scioglilingua! In effetti gestalt è una parola tedesca che in italiano assume il significato sia di "forma" che di "rappresentazione". La teoria della gestalt ci aiuta infatti a capire come mai alcune forme, appunto, vengono percepite più o meno armoniose ed equilibrate di altre. Più belle, insomma! Ma procediamo con ordine comprendendo bene cos'è la gestalt e qual è la sua psicologia e le sue regole. Cos'è la Gestalt? La psicologia della gestalt è una teoria di pensiero e corrente psicologica nata tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento in Germania sviluppatasi…

Differenza tra raster e vettoriale

Grafica digitale: differenza tra raster e vettoriale

Molto spesso, quando si parla di grafica, o di graphic design, non si ha bene in testa di cosa si stia parlando. Sostanzialmente la grafica è un settore della produzione artistica che si occupa di creare elementi e prodotti per la comunicazione visiva che è la trasmissione di un messaggio attraverso un'immagine. La grafica, intesa come produzione di immagini, trae le sue origini in Johannes Gutenberg, orafo ed inventore tedesco che nel 1455 inventò la stampa a caratteri mobili. Essa consisteva sostanzialmente nell'allineare i singoli caratteri metallici, precedentemente costruiti, fino a formare una pagina, cospargerli di inchiostro e poi pressarli su un foglio di carta. Questa invenzione fu talmente importante che molti storici fanno risalire a questo evento e a questa data l'inizio della modernità. Ma di tipografia ne parlo più approfonditamente qui. Si va bene Lorenzo grazie per la lezione di storia ma veniamo al dunque, và! Il mio alter ego ha…

Come creare un'infografica

10 regole per creare un’infografica efficace e funzionale

Negli ultimi anni siamo stati letteralmente invasi da queste rappresentazioni grafiche di dati, statistiche e informazioni soprannominate infografiche. Si sono diffuse a macchia d'olio specialmente tramite la rete con i social network come Pinterest e con i vari blog di settore ma anche con riviste e quotidiani cartacei tanto che ormai è diventata prassi comune accompagnare un'infografica efficace ad un articolo che sia di blog o di giornale cartaceo. Le persone le amano, le condividono e si divertono a leggerle. Sono diventate anche strumento di marketing aziendale e un nuovo modo di rappresentare, ad esempio, i propri successi personali e aziendali. Sono uno dei modi migliori ed efficace per raggiungere velocemente l'attenzione del lettore. [caption id="attachment_237" align="alignleft" width="600"] Infografica sulle Infografiche (fonte all'interno dell'immagine)[/caption] Cos'è un'infografica? Giustamente, prima di iniziare, una breve introduzione sul significato della parola. Un'informazione grafica (infografica) è una rappresentazione visuale di una raccolta di dati o di…

Da_Vinci's_Anatomical_Man

Cos’è il Design For All e come usarlo per cambiare il mondo!

Mi avete appena conosciuto ma spero abbiate già capito che... io non sono standard! No, tranquilli, non mi sto auto-esaltando! Detta in un altro modo, io non sono come l'Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci. Mi riferisco, infatti, ad una constatazione dal punto di vista delle misure metriche umane. Io non sono "fatto" da misure standard, date ad esempio dalla sezione aurea applicata al corpo umano, ma delle mie, personali, misure e dimensioni. Ho una particolare altezza, un particolare peso, una determinata circonferenza del cranio e così via. E come me chiunque su questo pianeta. Capirete quindi che progettare seguendo le cosiddette "misure standard" è controproducente. Si progetta, infatti, per una minoranza estrema di persone "perfette", sempre che esistano. Progettare oggetti o elementi grafici utilizzabili da qualunque persona (o perlomeno da una abbondante percentuale) è parte della sotto-categoria del mondo del Design chiamata Design for all o anche, in modo…