Gli ultimi articoli del Blog

Header 94 - regali per designer

Ecco la lista delle cose da regalare ad un designer

Sei alla ricerca di un regalo creativo per un creativo? Dell’idea giusta neanche l’ombra? Strano ma vero, è tutto regolare. Lo so, sembra sempre che fare un regalo ad un grafico, un designer o comunque un creativo sia impossibile. In realtà non è così. Ci sono moltissime cose fighe da regalare! Non vorrai mica regalare al tuo amico, fratello, sorella, fidanzato/a o quello che è il solito maglioncino in stile Ron Weasley, vero? Ok, lo ammetto, questo articolo, a differenza di tutti gli altri di Grafigata, non è dedicato ai designer ma ad amici, parenti e fidanzati/e dei designer. Una sorta di lista dei regali che ogni creativo vorrebbe! ;) Sei pronto per fare un figurone? Ok, allora cominciamo! Il classico regalo per designer: libri di grafica e design A differenza di altri lavori, un grafico non può e non deve mai smettere di imparare. Per questo è fondamentale leggere e…

Less is more semplicità

“Less is more”. Perché la semplicità è importante nella grafica?

Less is more. Una delle frasi più ripetute tra grafici, designer o architetti. Scommetto che anche tu l'hai sentita un sacco di volte, vero? Quante volte, però, ti sei chiesto cosa significa davvero e qual è il modo migliore per applicare questo concetto nella grafica? In questo articolo ti voglio parlare proprio di questo. Di less is more e di quanto la semplicità possa essere importante nel graphic design. Da sempre, la saggezza popolare ci ha insegnato che “il troppo stroppia” e che è meglio fare poco ma farlo bene. Un concetto che può risultare banale, ma che si applica perfettamente anche al mondo della grafica. “Less is more” cioè “meno è meglio”, è un po’ il mantra che qualunque creativo dovrebbe ripetersi quando realizza dei contenuti. Semplici, chiari ed efficaci. Il minimalismo però non è il tuo forte? Vai tranquillo, trovare il giusto equilibrio tra idea, concetto e risultato finale…

guida al logo design come creare logo

Creare un logo. La guida completa di Grafigata al Logo design

Creare un logo. Chi è che ha bisogno di un logo? Semplicemente ogni azienda sul pianeta Terra. E chi si occupa di creare un logo? Tu, graphic designer. Questo articolo vuole essere un modo per condividere tutto quello che so sul creare identità aziendali. E se tu, da graphic designer, come me, sei sempre interessato a migliorare le tue conoscenze e competenze, allora amerai questo articolo. Questa guida al logo design è presentata da Logo-Hero, il gruppo sul logo design e (a brevissimo) il corso più completo su come creare un logo. Puoi accedere gratis al gruppo privati, cliccando qui. Ma chi sono e per quale motivo dovresti ascoltare i miei consigli? Sono Lorenzo Miglietta e ormai da 3 anni ho creato Grafigata.com, il blog su cui stai leggendo queste righe, con l'obiettivo di condividere conoscenze, ispirare altri designer e sprigionare creatività. Nel tempo, Grafigata è diventato uno dei siti web…

Le migliori combinazioni di font l

Le migliori combinazioni di font (e la loro storia)

Se fino a questo momento, quando sceglievi una coppia di font, lo facevi più o meno a casaccio, dopo aver letto questo articolo non lo farai mai più. In questo articolo ti voglio parlare di combinazioni tra font. Cosa rende una combinazione tra due font efficace? Ma, soprattutto ti voglio semplificare la vita rispondendo alla domanda: quali sono le migliori combinazioni tra i font? In passato, qui su Grafigata, ho scritto quelli che sono gli articoli di font e tipografia tra i più letti in Italia. Ti ho parlato di come scegliere un font per il tuo progetto e di come abbinare più font tra loro. Ti ho anche parlato di quelli che sono i font che i designer amano di più. E infine, ho anche scritto il corso online per designer Font-Ninja: il primo corso per designer sui font e sulla tipografia. Che ha insegnato le strategie avanzate sui…

Come-essere-selezionati-su-Behance-Lorenzo-Miglietta

Come essere selezionati su Behance (VIDEO)

Come si fa ad essere selezionati nelle gallerie Behance? E quali vantaggi può portare? Qualche settimana fa, sono entrato su Behance e... ho trovato 235 notifiche!  Non mi era mai capitato, entro quasi ogni giorno su quel sito quindi le notifiche non si accumulano quasi mai. Ma, anche quando succede, si tratta al massimo di una decina. Ho subito pensato a qualche errore del sito. Era andato in crash, per forza! :) No, quella volta avevo così tante notifiche perché, poche ore prima, un mio progetto era stato selezionato nella "Curated galleries" di Behance relativa al Graphic Design. Essendo stato selezionato, il progetto era apparso sulla homepage di migliaia di utenti nel mondo, che avevano cliccato, apprezzato e commentato. Il progetto di cui ti parlo è questo, il mio primo Logofolio. (ed è il secondo progetto che mi viene selezionato nelle gallerie) Ma cosa sono le gallerie di Behance? E come si…

Come-creare-qualcosa-di-virale-nel-graphic-design

Come si fa a creare qualcosa di virale nel graphic design?

Come si crea qualcosa di virale? In particolare, come si crea qualcosa di virale nel mondo della grafica? Ecco, questa è una domanda da un milione di euro a cui voglio provare a dare una risposta nel video qui sopra. Il video sopra è molto discorsivo e volutamente breve. Nell'articolo spiego più approfonditamente alcuni aspetti, alcune dinamiche e mostro un sacco di casi studio pratici ;) Di progetti "virali", infatti, negli ultimi 4 o 5 anni,infati, ne ho visti davvero moltissimi. Campagne pubblicitarie con migliaia di condivisioni, articoli, illustrazioni, video e progetti personali ripubblicati in giornali e blog famosi. Insomma, ne sono passati molti. Che cosa accomuna tutti questi progetti? Ma, prima di tutto, perché creare qualcosa di virale? Creare qualcosa di virale: cosa vuol dire? E perché si fa? Prima di tutto, per quelle persone che non sanno cosa vuol dire "virale" nel mondo del marketing e della pubblicità, provo…

Ritrovare la creatività

Ritrovare la creatività: 3 cose da fare subito

Come ritrovare la creatività nei momenti in cui sembra impossibile creare qualcosa? Come trovare l'ispirazione per fare qualcosa? Questa è una domanda che un designer si fa tantissime volte, di continuo. Specialmente nei periodi difficili della vita lavorativa o personale. In questo esatto momento, mentre sto scrivendo queste parole, ne vengo da alcuni giorni così. Giorni in cui non sono riuscito a creare molto. In cui ho procrastinato. In cui ho fatto meno di quello che avrei potuto e dovuto fare. E proprio in questo momento ho deciso di smetterla di rimandare e di iniziare a fare, scrivendo quest'articolo. Ma prima di farlo, ho cercato di fare una sorta di auto analisi del perché mi sia ritrovato per giorni senza idee e anche un po' demotivato. La prima cosa da fare, quando non vengono idee, quando non si trova la creatività, è infatti cercare di comprendere le motivazioni del problema.…

I 6 principi fondamentale del graphic design large

I 6 principi fondamentali del graphic design

Una delle domande che più spesso viene fatta dai giovani designer che vogliono migliorare e da chi si sta approcciando alla grafica è "come posso migliorare come graphic designer?". Ed è una bella domanda. Io stesso me la sono fatta più volte. E continuo a farmela, spinto dalla curiosità (la caratteristica più importante per un designer). Per rispondere, mi piacerebbe riflettere su come tutti noi abbiamo imparato a scuola materie complesse come la matematica o le lingue straniere. La prima cosa che si fa, quando si approccia una nuova lingua o una nuova materia è impararne le basi. Recentemente ho pian piano ricominciato a imparare il Francese, come sfizio personale, e ho ovviamente cominciato studiando cose come i nomi, i pronomi, i numeri, la pronuncia e la struttura della frase. Insomma mi sono concentrato sulle basi. La stessa cosa è con il graphic design. Uno non nasce graphic designer, ci…

Aprire-partita-iva-designer-1

Aprire partita iva da designer: quando e come va aperta?

Avviare la propria attività da designer presenta molte difficoltà come trovare clienti o gestire il proprio personal brand. Una delle difficoltà più grandi per noi designer è uscirne vivi dalla giungla degli aspetti fiscali. Come cavolo si apre una partita IVA? Quando va aperta? Come si fattura? Posso fare la prestazione occasionale? Quante tasse si devono pagare? Io stesso, qualche anno fa, quando ho iniziato a fare il designer freelancer, ho dovuto farmi tutte queste domande. Avessi trovato un articolo come questo fin da subito mi sarei passato ore e ore di inutili ricerche su Google a leggere articoli che mi confondevano sempre di più. Per questo ho deciso che era il caso di risolvere il problema a tutti gli altri designer. Ho deciso di contattare Giampiero Teresi, il creatore di Regime-forfettario.it, per scrivere insieme una guida per designer su come muovere i primi passi da freelancer a livello fiscale.…

Come scegliere la dimensione giusta di un font

Come scegliere la dimensione giusta di un font (in qualunque occasione)

Come scegliere la dimensione più adatta di un font in ogni situazione? Quando si inseriscono testi su un sito web o su una brochure, che dimensioni usare? E su un biglietto da visita? E in una app per smartphone? Questo articolo è una vera e propria guida in risposta a tutte queste domande e a questi dubbi di molti designer tutti i giorni. Se hai letto la mia guida su come scegliere un font, sai bene quanto sia fondamentale la scelta del carattere tipografico per la riuscita di un progetto. Spesso, però, è altrettanto importante l'uso che se ne fa. Ovvero, tra le altre cose, la dimensione che si utilizza. In certi casi, è sempre bene prendere gli standard di riferimento del settore per la scelta della dimensione dei caratteri in un progetto di design. Tuttavia, in certe occasioni, gli "standard" ti portano ben lontano da una buona qualità progettuale. Prima di…

Come e perché creare una versione bianca di logo

Perché creare una versione bianca di un logo (e come farlo)

Ti è mai capitato di notare come uno stesso logo o icona, sembra avere una dimensione diversa a seconda del colore e dello sfondo che si usa? Cioè, se il logo è in bianco su sfondo colorato, sembra più grande. Ci hai mai fatto caso? In questo articolo ti spiego come mai, quale fenomeno c'è dietro e come progettare, quindi, un logo nella sua versione bianca. Iniziamo! In un mio precedente articolo mi sono chiesto se un logo debba per forza funzionare anche in bianco e nero. So già che non ti andrai a leggere tutto l'articolo, vero? Quello che ci serve sapere qui, però, è la conclusione dei miei studi e ragionamenti in quell'articolo. La risposta è che no, non è obbligatorio che un logo funzioni in bianco e nero, a parte alcuni specifici utilizzi (quotidiani, vetrofanie, ecc). Quel che è importante è che il logo sia flessibile. Per logo…

wp-header-logo-3.png

Semi-Flat design: La nuova tendenza del graphic design?

Negli ultimi mesi si è iniziato a parlare sempre di più, su blog di grafica americani e siti tematici, del Semi-Flat Design o Almost-Flat. In italiano traducibile in Quasi Flat o SimilFlat. Ma che cos’è? Per spiegartelo meglio ho bisogno di raccontarti cos'è successo nel mondo del design negli ultimi 10 o 20 anni. Ho bisogno di raccontarti la storia recente del graphic design. Una storia che coinvolge centinaia di designer e anche, soprattutto, qualche azienda hi-tech come Apple, Microsoft e Google. Per approfondire: Cosa sono il Flat design e lo Scheumorfismo Che cos'è il Material design Inizia tutto dallo Scheumorfismo Questa storia inizia con lo Scheumorfism e con il suo arrivo a gamba tesa nel mondo del design verso gli anni 2000. Scheumorfismo è un termine che deriva dal greco ed indica un ornamento fisico o grafico apposto su un oggetto allo scopo di richiamare le caratteristiche estetiche di…

Da dipendente a designer freelancer

Come lasciare il lavoro da dipendente e diventare designer freelancer

Lavori come designer da dipendente? Sogni di metterti in proprio e diventare designer freelancer? Calma. Prima di buttarti alla cieca in questa avventura devi comprendere bene cosa fare e come farlo. Devi organizzarti. Proprio per aiutarti in questa fase ho pensato che fosse necessario avere qui su Grafigata un articolo a riguardo. Voglio subito iniziare l'articolo dandoti un consiglio che reputo fondamentale. Se hai un lavoro da dipendente e vuoi fare il freelancer, non mollare subito il lavoro!  Se hai già un lavoro dipendente e vuoi iniziare una carriera da freelancer, spesso nella testa ti appaiono solo due potenziali scelte: Continuare a lavorare come dipendente e rinunciare a quello stupido sogno Licenziarsi e rischiare il tutto per tutto come freelancer A me, personalmente, sembrano entrambe due scelte totalmente senza senso. La prima è senza senso perché, avendo un sogno e ricacciandolo giù, ti porta alla strada dell’infelicità, della frustrazione. La seconda…

Che cos'è neuromarketing

Cos’è il Neuromarketing e cosa c’entra col design?

Che cos'è il neuromarketing? Perché è qualcosa di cui è bene informarsi e perché sta cambiando radicalmente il modo in cui i grandi brand fanno pubblicità e comunicazione? Ho scoperto il Neuromarketing leggendo il libro (chiamato proprio “Neuromarketing”) di Martin Lindstrom, considerato il massimo esperto mondiale in quel settore. Prima di leggere quel libro, che presi quasi casualmente durante un giro alla Feltrinelli di Genova, non avevo mai nemmeno sentito parlare di questo argomento. Devo ammettere che ho scoperto un mondo. Il neuromarketing, o meglio, le informazioni ricavate da esso, stanno, infatti, venendo già utilizzate da anni dalle grandi aziende. Come? Sfruttano le informazioni ricavate per capire come spendere meglio i propri soldi destinati alla comunicazione e comprendere nel modo più veloce possibile quali sono le necessità dei consumatori. In Italia ho scoperto poi quanto il neuromarketing (e tutti gli argomenti collegati e le professioni che si generano) sia sconosciuto…

Come sfruttare al meglio behance trovare clienti

Come sfruttare al meglio Behance (e trovare clienti)

Se stai cercando di migliorare il tuo profilo su Behance e vuoi capire come sfruttarlo al meglio (e magari trovare clienti), questo articolo è probabilmente la cosa più utile che tu possa leggere. In questo articolo troverai le migliori tecniche avanzate per iniziare ad usare Behance e sfruttarlo per arrivare a trovare clienti come designer freelancer. Scoprirai anche come, grazie alle strategie contenute in Super Freelancer, si può arrivare a considerare Behance come parte integrante e fondamentale per arrivare a costruire il proprio flusso automatico di clienti. Ti racconterò anche di come Behance sia uno dei modi migliori per farsi conoscere come designer e di quali siano i suoi vantaggi (e i suoi limiti). Se invece pensi di essere già ad un livello intermedio con Behance e cerchi delle tecniche avanzate per decollare, allora scarica adesso la mia guida PDF gratuita con le migliori strategie avanzate per crescere su Behance:…

Come funzionano le licenze dei font

Come funzionano le licenze dei font?

Ogni volta che si scarica o si compra un font e poi lo si usa, bisogna stare attenti alle licenze. Come funzionano le licenze dei font? In che modo si può usare un font di cui si ha una licenza? Che tipo di licenze ci sono? Il cliente deve comprare a sua volta il font (e la licenza)? Ho voluto scrivere questo articolo, questa guida alle licenze dei font, per chiarire tutti questi aspetti e spiegare bene come funziona tutto ciò. Allora, innanzitutto dobbiamo chiarire che font non vuol dire carattere tipografico, il font, nell'ambito informatico, è il file con cui il carattere tipografico viene rappresentato su schermo e con cui si può lavorare e creare elaborazioni grafiche. Il font, quindi, è come se fosse un software. Ed è di proprietà dell'azienda, della fonderia, che ce ne concede l'uso tramite licenza. Quando si acquista un font, quindi, non si diventa…

Come migliorare l'usabilità

Come migliorare l’usabilità di un sito web

Poco tempo fa ho letto il libro "Don't make me think" di Steve Krug. Sottotitolo del libro: "un approccio di buon senso all'usabilità web e mobile". L'ho letto in un giorno e mezzo da tanto mi ha entusiasmato. L'ho trovato talmente bello e utile che l'ho dovuto assolutamente inserire tra i 9 libri che ogni designer dovrebbe leggere. Questo libro è un vero e proprio classico che dal 2000 (anno della prima edizione) ad oggi ha aiutato centinaia di migliaia di web designer e sviluppatori a capire come migliorare l'usabilità di un sito web, che cosa sia l'usabilità e perché è importante. Una volta letto questo libro, ho quindi pensato di scrivere un articolo a riguardo qui su Grafigata! Partendo dai temi affrontati da Steve Krug sul come sfruttare l'usabilità, ho scritto questa guida su come si possa migliorare l'usabilità di un sito web. E quando dico migliorare l'usabilità di…

9-Libri-che-ogni-designer-dovrebbe-leggere

9 libri che ogni designer dovrebbe leggere

In questo video ho parlato di quelli che secondo me sono i libri che ogni designer dovrebbe leggere o perlomeno tenersi stretti all'interno della propria libreria. Si tratta principalmente di libri di grafica ma ci sono anche alcuni titoli che superano un po' i classici paletti. Un designer infatti ha bisogno di avere conoscenze ampie in molti settori, non solo nella grafica o nel design. Nel video faccio una recensione più dettagliata di ciascuno di questi libri, ma qui puoi trovare direttamente l'elenco dei 9 libri con il link per acquistarli direttamente su Amazon: "Da cosa nasce cosa" - Bruno Munari "Critica portatile del visual design" - Riccardo Falcinelli "Segni e simboli" - Adrian Frutiger "Sei proprio il mio Typo" - Simon Garfield "Caratteri, testo, gabbie" - Ellen Lupton "Writing, Illuminating and Lettering" - Edward Johnston versione gratis: https://archive.org/details/writingilluminat00johnuoft "Work for money, design for love" - David Airey "Don't make…

creare-un-logo-in-7-giorni

Come creare un logo in 7 giorni

Progettare un logo è una cosa seria. No, davvero! Ci vuole tempo, dedizione, ricerca, prove stropicciate e buttate via, passeggiate per ritrovare l'ispirazione, ore passate a spostare punti di ancoraggio di Illustrator e molto altro. Generalmente per completare un progetto di logo design non ci metto mai meno di 20 giorni. In questo video ho voluto fare un esperimento e sfidare me stesso. Ho voluto provare a progettare un logo in soli 7 giorni, dal design brief alla presentazione del logo al cliente. Per farlo ho inventato da zero una possibile azienda cercando di simulare una richiesta complicata da parte di un ipotetico cliente. Questa azienda fittizia (non esiste davvero) si chiama Material Fabric e si tratta di un'azienda che produce abbigliamento alla moda utilizzando tessuti ad alta tecnologia. Tessuti idrorepellenti, ignifughi e resistenti un po' a tutte quelle cose che solitamente danneggiano i tessuti più comuni. Iscriviti al canale!…

Quanto farsi pagare per un progetto l

Come scegliere il prezzo da chiedere come freelancer

Scegliere un prezzo per un lavoro da fare come designer freelancer è probabilmente una delle cose che più spaventa e riempie di dubbi un giovane designer. Ma in realtà è un'aspetto che fa venire dubbi anche a un senior designer e alle agenzie di comunicazione. Non si è mai sicuri di aver deciso il prezzo giusto. Avrò chiesto troppo? Il cliente rifiuterà ed andrà da qualcun altro? Avrò chiesto troppo poco e faccio la figura del cugino inesperto che sta lavorando quasi gratis? Te lo voglio dire fin da subito: non esistono formule magiche, non esistono tecniche ninja segrete tramandate dai templi Shao-Lin. È una competenza che si sviluppa con il tempo, con l'esperienza e con gli errori. Questo perché è strettamente correlata alla capacità di inquadrare le persone con cui si ha a che fare nel proprio business. C'è chi è più portato alla comprensione delle persone e chi…

1-pop9d53o3c1uxmrqgecsxw

E se i designer smettessero di usare la carta?

È una possibilità concreta o soltanto un titolo provocatorio? Entrambe le cose. E vediamo di capire perché. Confrontandomi spesso sia con designer di lunga data sia con designer più giovani, come me, ho scoperto due diversi approcci alla progettazione. Da un lato, chi è abituato ad iniziare un progetto lontano dallo schermo, facendo bozzetti su carta o progettando con strumenti fisici, pennarelli, matite e lavagne. Dall’altro lato, chi invece preferisce un approccio più digitale fin da subito. Approccio favorito in particolare da coloro che hanno a disposizione uno di quei device fighissimi che sono gli schermi interattivi. Ovvero l’evoluzione delle tavolette grafiche. Riprendendo la domanda del titolo: e se i designer smettessero di usare la carta? È possibile? Prima di tutto, che cosa intendo per “usare la carta”? Continua a leggere su Medium Altri articoli che potrebbero interessarti La rivoluzione tecnologica del graphic design Gli schermi interattivi cambieranno per sempre…